Olive Kitteridge


Non è meraviglioso quando inizi a guardare qualcosa che era sulla lista da mesi, ad ammuffire, dal quale non eri minimamente ispirato, ed improvvisamente ti coinvolge in modo tale da non farti nemmeno prendere il fiato? 
Chi l'avrebbe mai detto che questa storia mi avrebbe presa fino a questo punto. Ed è ancora più bello proprio per il fatto che non te lo aspetti.

Miniserie del 2014 trasmessa sul canale HBO e tratta dall'omonimo romanzo di Elizabeth Strout.
Olive è una donna molto introversa, burbera, noi diremmo "quadrata"; non ama essere circondata da alcun tipo di gente, ha una risposta schietta e fredda pronta per chiunque le rivolga la parola ed esprime amore a suo modo. E' sposata con Henry Kitteridge e insieme vivono in un paesino nel Maine. La miniserie racconta del lasso di tempo di 25 anni della vita di questa donna, tra depressione,  lutti familiari e attriti con componenti della comunità a causa del suo pessimo carattere.


Intendo iniziare dal cast, componente essenziale per la riuscita della miniserie. Protagonisti sono i bravissimi Frances McDormand e Richard Jenkins, una coppia che più passa il tempo e più stimo, e più vedo bene lavorare insieme. A fare da cornice ci sono i miei amati Zoe Kazan e Bill Murray, ma cosa vogliamo di più? Tutti quanti ricoprono ruoli importanti all'interno della storia e non esito nel dire che sono tra le loro migliori interpretazioni, soprattutto nel caso di Frances, addirittura commovente. Vedere questo popo di cast lavorare assieme ad un progetto di questa portata è emozionante già di suo, in più dovete aggiungere che la storia dalla quale è tratta è di base molto bella, coinvolgente e piena di personaggi rappresentati in due momenti distinti della loro vita. I personaggi sono creati a tavolino, con caratteristiche definite e molto ben approfondite.
E' difficile chiamarla "serie" perché, proprio come True Detective, si pensa a lei più volentieri come un film diviso in più parti, soprattutto perché il livello complessivo non è paragonabile alla maggior parte delle normali serie televisive; qui siamo ad un livello superiore.
Drammatico, è drammatico, senza dubbio. Di risvolti tristi ne è pieno fin dalla prima scena, ma alterna la tristezza alla dolcezza e la particolarità dei personaggi in modo del tutto equilibrato. Un esempio è la coppia principale; se Olive è scontrosa e meschina, Henry è generoso e cordiale, e ama con tutto il suo cuore la moglie. E' una coppia che come tutte ha i suoi momenti di alti e bassi ma che alla fine riesce a comprendere quanto fosse bello avere al proprio fianco una persona che darebbe la vita per te, anche se forse questo Olive lo capisce un po' tardi, troppo occupata a crearsi una pessima reputazione.
Questa storia non racconta di una banda di supereroi, sparatorie western o di organizzazioni malavitose, parla della vita di una coppia come tante, con i suoi problemi familiari e le litigate, ma anche unica nel proprio modo di amarsi ed entrare in relazione col prossimo. Il suo intento principale è quello di raccontare come la vita sia spesso difficile e metta a dura prova.
Con una semplicità sconvolgente, che a raccontarlo non ci credono, questa serie ti culla durante i suoi 233 minuti attraverso una realtà lontana e vicina a chiunque, riuscendo persino a farti amare da un lato e detestare dall'altro una donna che per tutta la vita ha dovuto combattere contro se stessa.

Valutazione:




Commenti

  1. ce l'ho ancora nelle registrazioni del mysky...
    ora sono definitivamente convinta a vederlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem xD è stato nel mio mysky da quando è uscito e solo l'altro ieri mi sono decisa. Davvero bello, lo amerai!

      Elimina
  2. Io non mi sono ancora convinto a vederla invece. Proprio non mi ispira sinceramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È indiscutibilmente molto particolare, e non metterei la mano sul fuoco che piaccia agli altri. A me è piaciuta un sacco.

      Elimina
  3. Io non mi sono ancora convinto a vederla invece. Proprio non mi ispira sinceramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti dovesse capitare, non deluderà. In fondo non ispirava nemmeno me xD

      Elimina
  4. Mai sentito e devo ammettere di essere incuriosito. Il tuo blog sta diventando una piccola miniera d'oro dal quale attingere nei periodi di magra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahaha ti ringrazio! Era il mio principale obbiettivo quello di proporre anche cose poco conosciute. Comunque penso sia un gioiellino delle miniserie, questo. Poi dimmi.

      Elimina

Posta un commento