Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Maps to the stars

Immagine
L'ennesimo film che fa parte di quei titoli registrati e poi abbandonati per mesi nel decoder di Sky. Poveraccio, ma d'altronde ormai è risaputo che se un film non ispira, è quella la sua sorte. Il lato positivo (e anche un po' comico) della cosa è che tutti i film che avevo snobbato per mesi si sono rivelati delle figate, e anche questo comunque non ha deluso.
Le storie di Havana, un'attrice alla ricerca disperata del ruolo che farà ripartire la sua carriera, e di Agatha, una giovane ragazza che cercherà di riavvicinarsi alla propria famiglia dopo un brutto incidente, saranno unite dal destino e dalla città del sogni: Hollywood.

"Tutte le persone che vengono ad Hollywood hanno un sogno! Qual'è il tuo sogno?!" andava urlando per le strade di Hollywood quel ragazzo nella seconda scena di Pretty Woman. Ed Hollywood è sempre stata questo agli occhi del pubblico; la città dello svago e contemporaneamente una seconda possibilità per coronare il proprio sogno …

Still Alice

Immagine
Come potete notare, piano piano sto facendo riemergere quei titoli degli ultimi Oscar che mi sono persa, per scelta o accidentalmente. In Italia sono usciti in due momenti diversi, ma comunque sia avevo scelto di sacrificare questa pellicola momentaneamente e vedere La Teoria del Tutto, in tema di malattia, il quale tra l'altro non mi aveva delusa. Dall'altro lato diciamo che davo abbastanza per scontato un'ottima interpretazione da parte della Moore, anche se sono riuscita a vederlo solo poche sere fa.
Alice è una donna di mezza età con una bella famiglia, un matrimonio soddisfacente ed una florida carriera come insegnante di lingue all'università di New York. Ben presto, però, si rende conto che qualcosa in lei non va e scopre di avere una rara e precoce tipologia di Alzheimer che le sta portando via tutti i ricordi e i tanti anni di duro lavoro.

Julienne Moore è un faro della cinematografia contemporanea. Mi piace pensare a lei come ad un faro perché è una donna da…

Dragon Trainer 2

Immagine
Dopo aver parlottato del precedente episodio, adesso facciamo un passo avanti. Berk adesso ha cambiato completamente faccia: da una situazione in cui i draghi erano l'incubo dei suoi abitanti, al momento in cui sono diventati i loro animali da compagnia. Hiccup e Sdentato coltivano una speciale amicizia, ma all'orizzonte, questa volta, potrebbe esserci un ostacolo che tenterà di dividerli.
Come precedentemente commentato, ho trovato il primo capitolo leggermente soporifero. O almeno, lo avrei trovato soporifero se non ci fosse stato Sdentato, ma in sua assenza sarebbe stato un completo fallimento a mio avviso, a livello di trama, mentre invece visivamente è spettacolare. Probabilmente sarebbe venuto un buon film d'animazione anche togliendo tutta la goffa storia che fa da cornice all'amicizia tra Hiccup e Sdentato, comunque sia, un film che nel suo genere rimane sopra la media. Andando avanti si pensa sempre che la situazione non possa che peggiorare, mentre in questo…

Dragon Trainer

Immagine
E' colpa mia e della mia testardaggine se cinque anni fa mi sono fatta scappare quest'animazione. Forse troppo presa da altri avvenimenti, e poi non ero infognata quanto lo sono oggi. E' stato comunque un fatto strano perché io, pregiudizi o no, le animazioni di Disney e di DreamWorks non me le sono mai perse, ed il bello è che oltretutto di questo film mi parlavano tutti benissimo.
Hiccup è un giovane vichingo che vive a Berk, un villaggio inospitale situato sulle rocce. La particolarità di questo villaggio è il fatto che in quella stessa terra vivano i draghi, creature viste come nemici pericolosi dell'uomo, e per questo la loro caccia è ritenuta lo sport più importante. Tutti aspirano a diventare grandi uccisori di draghi, tranne Hiccup, che invece opta per un approccio più "delicato", andando contro gli ideali del padre, capo del villaggio.

Questo primo Dragon Trainer, senza girarci tanto attorno, ha un grave problema di trama; non ha un intrigo, né un c…

Le novità al cinema di luglio 2015

Immagine
Questo mese, devo dire la verità, sono un po' a corto di ispirazione. Ma, siccome non avrò il modo di vedere nulla di tutto ciò per vari motivi, mi scriverò due o tre titoli da recuperare al mio ritorno in patria. Le uniche cose che mi attirano sono Predestination, Giovani si diventa e Babadook, del quale ho letto commenti molto positivi.
Tutto il resto, bah...

Dal 1 luglio
Predestination Regia: Michael Spierig, Peter Spierig Attori principali: Ethan Hawke, Sarah Snook, Noah Taylor Genere: Fantascienza Trama: Al suo ultimo incarico, un agente che viaggia nel tempo dovrà catturare l'unico criminale sfuggitogli nel corso del tempo. Tratto dal racconto "Tutti voi zombie" di Robert A. Heinlein, il film racconta la vita di un singolare agente che deve affrontare una serie intricata di viaggi spazio temporali, progettati per garantire l'applicazione delle leggi per l'eternità.


Duri si diventa Regia: Etan Cohen Attori principali: Will Ferrell, Kevin Hart, Craig T. Nel…