It Follows


In una tranquilla periferia, una ragazza corre inquieta fuori dalla propria casa dirigendosi verso la sua macchina e ripetendo al padre che va tutto bene e di volergli bene. La mattina dopo viene trovata su una spiaggia uccisa in una posizione non naturale.
Jay, la nostra protagonista, una sera esce con Hugh, un ragazzo che inizia a piacerle, la storia sembra andare avanti e Jay non si preoccupa molto per gli strani comportamenti del ragazzo. Una sera, dopo aver fatto l'amore, Hugh addormenta Jay, che si risveglia in una struttura abbandonata ammanettata ad una sedia; Hugh in quel momento le spiega che qualcuno la inseguirà con l'intento di ucciderla, una specie di maledizione che le ha passato quella notte.

Devo ammettere che fui incuriosita fin da subito dalla trama, poi, per impegni universitari di sessione, non sono riuscita a vederlo in anteprima, perciò ho ripiegato nei miei soliti pomeriggi domenicali al cinema, in una sala con appena sei persone ed una piacevole aria condizionata.
Ancora prima di vederlo, questo film sapeva di buon film d'autore, che io personalmente adoro soprattutto se si parla di thriller o horror. Effettivamente, con una buona apertura, il film fa il suo dovere soprattutto nella prima parte nella quale subito si presenta con una colonna sonora potentissima ed una fotografia magnifica.


Il tema trattato, questa specie di maledizione che ci vogliono far intendere come malattia sessualmente trasmissibile, credo che fosse facilmente evitabile, è un dettaglio davvero superfluo e che non ha niente a che fare con il resto della trama, inoltre se avesse davvero voluto sensibilizzare sull'argomento, oltre che farlo in modo abbastanza bizzarro, si sarebbe dovuto porre in altri termini, mentre come se non bastasse abbiamo una visione troppo asettica del primo amore adolescenziale e dei primi rapporti, pur prendendo in considerazione la tragica vicenda.
L'unica cosa che ho davvero trovato interessante della trama è stata la maledizione in sé e come il giovane regista ha deciso di raccontarcela; il concetto è dei più semplici, eppure senza effetti speciali e con uno svolgimento anche abbastanza intuitivo riesce ad inquietare alla perfezione. Questa è l'arte che cerco in un horror, pur senza mostrare molto (per capirci, l'immagine qui sopra è l'inquadratura più splatter che troverete) ha la capacità di mettere finalmente paura, la tecnica più vecchia del mondo ma che oggi non convince tutti e non tutti si decidono ad utilizzare. Ed è per questo motivo che mi ha ricordato moltissimo Babadook, pur essendo quello un film decisamente migliore, ma con la stessa intenzione.


Dall'altra parte, però, errori degni di un principiante quanto il piattume della protagonista, che pur avendocela messa tutta a tratti pare davvero troppo distaccata dalla vicenda, come se si fosse estraniata e lasciata a sé, oppure la scena che doveva essere il culmine e che invece non funziona proprio, scena che tra l'altro mi ha ricordato quella finale di Blood Story, e dubito che sia una coincidenza.
E' quindi molto altalenante, incoerente quanto dal punto di vista registico sia tutto perfettamente funzionante (ci sono inquadrature magnifiche e da pelle d'oca che non cadono mai nella banalità), quanto invece in altri momenti non convinca affatto. Rimane comunque una prova abbondantemente superata, soprattutto per l'originalità e per la tecnica, di un regista all'inizio della sua carriera e di cui aspetto di sicuro altri lavori con la massima curiosità e fiducia.

Commenti

  1. Ciao, non conoscevo questo film, ma già dalla trama mi ha incuriosita!
    La recensione è fatta molto bene, complimenti ^^
    Se ne avrò l'occasione lo guarderò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Silvia, e te lo consiglio finche rimane in sala.

      Elimina
  2. Io proprio non l'ho compreso...
    L'ho detestato, un annetto fa. Forme bellissime, ma troppa insensatezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so cosa tu cerchi in un horror, ma in generale io cerco di non farmi mai troppe domande xD

      Elimina
  3. Mmmh, direi che possiamo essere d'accordo! Forse non direi che la regia è sempre "perfettamente funzionante". Verso la fine il ritmo compassato della regia andava ad aggiungersi al vuoto della sceneggiatura e il film si impantanava parecchio. Forse sarebbe servito un cambio di stile, non saprei... Comunque bene ma non benissimo ecco XD Molto meglio della maggior parte degli Horror che passano al cinema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece da qel punto di vista è piaciuto tutto, è la trama che nella parte finale ha voluto fare le cose piú grandi di sé e quindi ha perso un attimo l'obiettivo principale secondo me. Ma comunque sia si, non è di sicuro un capolavoro ma appunto ci sono in giro cose inguardabili xD

      Elimina
    2. Anche senza paragonarlo alle cose inguardabili resta un film di un certo valore...però è anche una grossa delusione! Almeno per me. I primi 30-45min li ho guardati gasatissimo, poi il gradimento è andato pian piano a scendere. La scena della piscina è stata la ciliegina sulla torta!

      Elimina
    3. Anche senza paragonarlo alle cose inguardabili resta un film di un certo valore...però è anche una grossa delusione! Almeno per me. I primi 30-45min li ho guardati gasatissimo, poi il gradimento è andato pian piano a scendere. La scena della piscina è stata la ciliegina sulla torta!

      Elimina
    4. È la stessa cosa che ho provato anche io!! Peccato...

      Elimina
  4. Mi è piaciuto più che a te, protagonista compresa. Non so se l'hai visto in italiano o in inglese, forse anche quello può fare la differenza... cmq un horror che ha cuore e cervello, davvero intelligente e ben fatto. Uno dei più belli dello scorso anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto domenica in sala, quindi in italiano perchè purtroppo il mio cinema se la sogna la versione originale, ma se mi dici che in inglese merita allora lo recupererò volentieri.
      A me è piaciuto di sicuro, però si nota molto il fatto che il regista sia alle prime armi, ma detto questo lo considero un signor secondo lavoro, non potrà che crescere.

      Elimina
  5. Film fantastico e con le visioni successive migliora, sono felice sia uscito in sala, anche se nel periodo più sfigato dell'anno per le uscite. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti lo rivedró di sicuro a breve, ha una colonna sonora ipnotizzante. Magari proprio essendo uscito adesso in Italia riesce ad avere il suo spazio, anche se il pubblico medio una cosa cosí difficilmente la va a vedere.

      Elimina
  6. ne ho letto benissimo, e continuo a leggerne bene bene...
    vuoi vedere che ci sono stata alla larga, ma ho preso un granchio!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD secondo me anche questo è da vedere, ne vale la pena.

      Elimina
  7. L'ho rivisto giusto ieri sera e ho provato le stesse sensazioni della prima volta. Bellissimo formalmente, da pelle d'oca la colonna sonora, intelligente il modo di mettere paura ma, soprattutto, potente per il modo di rappresentare una gioventù apatica, quasi bisognosa di venire distrutta da "qualcosa", rassegnata a dover convivere col disagio. Per la cronaca, in sala noi eravamo in cinque e It Follows è piaciuto solo a me e al mio amico. Non oso immaginare cosa accadrà col capolavorissimo The Witch!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido tutto decisamente. Tu pensa che nella sala insieme a me ed il mio ragazzo c'erano solo due ragazzini che pensavano di vedere la solita cagata (che non penso comunque abbiano visto) e uno da solo che inquietava da morire xD
      Su The Witch non contavo proprio, ma se mi dici che merita...

      Elimina
  8. Concordo con Ink: formalmente ottimo, totalmente vuoto.
    Io l'ho trovato estremamente sopravvalutato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio caso il giudizio sta in mezzo, ha i suoi difetti ma con me ha funzionato.

      Elimina
  9. Io l'ho trovato magnifico, forma perfetta ed inquietudine che mi è entrata proprio nelle ossa. Un gioiellino proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non proprio magnifico ma comunque ha avuto molto effetto anche su di me, anche se solo sul momento, non nelle ore successive.

      Elimina

Posta un commento