Dragon Trainer


E' colpa mia e della mia testardaggine se cinque anni fa mi sono fatta scappare quest'animazione. Forse troppo presa da altri avvenimenti, e poi non ero infognata quanto lo sono oggi. E' stato comunque un fatto strano perché io, pregiudizi o no, le animazioni di Disney e di DreamWorks non me le sono mai perse, ed il bello è che oltretutto di questo film mi parlavano tutti benissimo.

Hiccup è un giovane vichingo che vive a Berk, un villaggio inospitale situato sulle rocce. La particolarità di questo villaggio è il fatto che in quella stessa terra vivano i draghi, creature viste come nemici pericolosi dell'uomo, e per questo la loro caccia è ritenuta lo sport più importante. Tutti aspirano a diventare grandi uccisori di draghi, tranne Hiccup, che invece opta per un approccio più "delicato", andando contro gli ideali del padre, capo del villaggio.


Questo primo Dragon Trainer, senza girarci tanto attorno, ha un grave problema di trama; non ha un intrigo, né un cattivo contro cui combattere, il nocciolo della questione è solamente il rapporto che gli abitanti di Berk hanno con i draghi ed il comportamento ribelle e controcorrente di Hiccup. Da questo punto di vista, persino i bambini potrebbero annoiarsi. Già, ma poi viene fuori l'arma nascosta; la seconda creatura più dolce creata in un film d'animazione: Sdentato, il drago con cui il protagonista fa amicizia. 
Ho sempre avuto un debole per i draghi, trovo che siano le creature mitologiche più aggraziate, affascinanti e geniali mai esistite. Fin da bambina ero fissata con i draghi (oltre ai dinosauri), mentre invece detestavo le bambole di ogni genere e tipo. Perciò questo drago nero, dalle movenze delicate e goffe allo stesso tempo, mi ha conquistata, ed era l'obbiettivo principale dei registi; far innamorare i bambini (e non solo) del loro nuovo mangiasoldi di cui poi avrebbero venduto tonnellate di gadgets. 
Ho scritto la seconda creatura più dolce perché in prima posizione rimane di sicuro il mio amore eterno Stitch, il quale secondo me ha fatto da musa ispiratrice per la creazione di Sdentato, in quanto si somigliano moltissimo nella forma del muso e nelle movenze, tant'è vero che spesso vengono ritratti assieme nelle fanart più improbabili. 


Un applauso enorme, quindi, per la realizzazione del drago qui sopra, per le sue espressioni e gli occhioni esageratamente dolci. Ci sono davvero cascata in pieno, lo ammetto. E te ne accorgi quando speri che muoiano tutti gli altri personaggi, meno che lui.
Ed è proprio su di lui che puntavano, perché nel resto della trama manca qualcosa, non c'è quel brivido che ti fanno sempre provare verso la fine per la probabile sconfitta dei protagonisti seguito poi dal classico lieto fine, questo film E' un lieto fino dall'inizio alla fine. E questo non funziona.
Certamente, hanno provato anche a fare colpo su un pubblico più adulto citando qua e là nomi come Odino ed il Valhalla, ma questo non è abbastanza, almeno non per quanto mi riguarda. 
Il regista, Chris Sanders, che tra l'altro non è nemmeno l'ultimo scemo del villaggio, con alle spalle, appunto, Lilo & Stitch ed altre importantissime sceneggiature, ha ritenuto bastasse mettere al primo piano l'eroismo e la ribellione di Hiccup, toppando.
Sulla carta, non è affatto un capolavoro, inoltre non è l'animazione, dal punto di vista della grafica, migliore che DreamWorks abbia mai fatto (eccetto Sdentato, ovviamente), ma in fin dai conti, ha funzionato a livello generale. Fa emozionare la tipologia di amicizia che hanno legato i due ed il senso di cambiamento che hanno portato al villaggio, facendo avvicinare tutti gli abitanti ai draghi. Detto questo però, il secondo capitolo, di cui parlerò nel prossimo post, ha una marcia in più.

Valutazione:





Commenti

  1. Concordo che il punto forte sia il personaggio di sdentato, ma l'intrigo c'è eccome anche se non c'è un cattivo nel senso classico! é la storia della scoperta di una specie e c'è la tradizionale contrapposizione bene male nel modo di relazionarsi ;-) L'animazione migliora molto nel secondo capitolo, che avevo paura di vedere perchè avevo adorato il primo, ma alla fine è un sequel rispettabilissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, hai ragione, il messaggio comunque ha un suo peso, è comunque diverso da molti altri film d'animazione. La loro relazione, come ho detto, poteva essere l'unico punto di sviluppo, tranquillamente.

      Elimina
    2. Bello per la sua diversità, come sdentato! ;-)
      ti ho nominata qui: http://comeneifilm.blogspot.it/2015/07/boomstick-award.html

      Elimina
    3. Vado subito a vedere ^^ Grazie mille!

      Elimina
  2. Forse il miglior film Dreamworks in assoluto.
    Molto, molto carino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ne sono piaciuti altri più di questo. Questo, appunto, si eleva per la figura di Sdentato che è fantastico, ma per me film come Megamind e La strada per Eldorado, sono indimenticabili.

      Elimina
  3. A me sono piaciuti un sacco sia il primo che il secondo, anche se a me in generale piacciono i draghi e le storie in cui si instaura una bella relazione fra una persona e un qualche animale... quindi anch'io, da piccola, ho amato Stitch! xD
    Il fatto che non ci fosse un cattivo come al solito, per me non è stato un problema, aveva comunque il suo messaggio da lasciare, e comunque, ai miei occhi, l'ha reso anche un po'... diverso. Comunque, nel secondo c'è un cattivo più nel senso classico ed è tutto tranne che un lieto fine dall'inizio alla fine, quindi spero che potrai apprezzarlo un po' di più ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho visti a distanza di poche ore uno dall'altro infatti, ed il secondo l'ho apprezzato molto di più, la recensione esce il prossimo lunedí perchè al momento sono all'estero e non posso ^^ comunque sia, è molto bello.

      Elimina
  4. Un film troppo carino.... anche il secondo, mi ha commosso! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me xD è molto semplice quando ci sono soggetti come Sdentato! Mi commuovo facilmente...

      Elimina
  5. Ecco, credo che quello che tu trovi come il maggior difetto, per me sia quello che gli dà la marcia in più. Inoltre ammetto che il due, per quanto mi sia piaciuto, mi abbia lasciato perplesso in più punti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, mi è sembrato soltanto che ci fosse qualche mancanza di dettagli, in generale mi è piaciuto però avrei cambiato qualcosina nella trama.
      Il secondo ha lasciato perplessa anche me, soprattutto sulla questione della madre, ma l'ho comunque trovato molto bello ^^

      Elimina
  6. Io l'ho scoperto solo qualche anno fa...
    E' stato magnifico! Uno dei migliori film di animazioni che abbia mai visto...
    Saranno i draghi, l'ambientazione, le atmosfere... o semplicemente l'amicizia che nasce in una disabilità comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che io con l'animazione ci sono cresciuta, e quindi con i grandi classici Disney e DreamWorks, questo l'ho apprezzato ma in generale non penso sia al livello di altri lavori precedenti. Ci sono film che non potrò mai dimenticare, di questl ricorderò di sicuro Sdentato e questa bella storia di amicizia.

      Elimina
  7. Non sono una che ama particolarmente i cartoni animati, ma questo mi ha rubato il cuore dalla prima visione. Uno dei pochi che amo davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, come ho appunto spiegato, adoro Sdentato, ma nel complesso non mi ha lasciato impressionata.

      Elimina

Posta un commento