Babadook


Pur essendo una femminuccia, difficilmente mi spavento per davvero guardando film dell'orrore, più che altro mi divertono, come alla maggior parte degli adoratori del genere.
Se c'è una tipologia di horror che davvero mi colpisce è quello psicologico, delicato e non gratuito.
Finalmente, dopo mesi di peripezie, riesco anche io a vedere il famigerato Babadook. Parlo di mesi perchè, sebbene in italia è uscito solo da 15 giorni, Babadook è in realtà un film del 2014, per tutto il resto del mondo.

Amelia è madre di Samuel, vedova da 6 anni, ovvero dalla nascita del figlio. La loro vita è tutto meno che semplice; Samuel è un bambino problematico, non dorme la notte tenendo sveglia la madre, è violento e spaventa gli altri bambini con storie di mostri. 
Amelia ne risente molto di questa situazione e, come se non bastasse, una sera trova un libro per bambini che non ricordava di avere, solo che, dopo una breve lettura, capisce che non è affatto adatto ai bambini, e più cerca di liberarsene, più il mostro di cui si parla entra in contatto con loro.


Dimenticatevi di quegli horror banali durante i quali ridete tanto è basso il livello registico e attoriale, dimenticatevi di quei finali scontati, di quegli svolgimenti lenti o dei soliti demoni.
Qui siamo su un piano completamente diverso, che si discosta moltissimo dagli horror di ultima generazione, partendo dal fatto che la vicenda tratta in prima in primo luogo della situazione psichica della donna, entrando nel suo universo femminile ed il suo rapporto con il figlio, in secondo luogo si parla poi di questo mostro, una sorta di uomo nero delle favole dei bambini ma più cattivo di come ce lo possiamo ricordare noi. A differenza di quasi tutti gli altri horror, in questo la creatura viene mostrata il minimo indispensabile e per lo più rimane nell'ombra di spettacolari ed impeccabili scenografie.
La figura del Babadook è se vogliamo addirittura quasi superflua, in quanto il senso di terrore e tensione viene trasmesso dalla regista australiana con maestria già solo presentando la situazione familiare. 


Ben diverso, come dicevo, dagli ultimi filmetti che abbiamo dovuto sopportare, mentre è più vicino a capolavori vecchiotti come Rosemary's Baby, Il gabinetto del Dottor Caligari e Profondo Rosso, con riferimenti a Shining, oppure simile al più recente Insidious (il primo, ovviamente).
In risalto sono soprattutto le interpretazioni dei due protagonisti, da sottolineare perchè si sono rivelate estremamente curate al contrario della normalità nei film horror, nei quali generalmente i protagonisti sono solo dei mezzi senza alcun valore. Qui invece la loro performance ha giocato per il 70% sull'inquietudine che trasmette il film, soprattutto la madre, interpretata da Essie Davis, praticamente impeccabile e che un po' mi ha ricordato il personaggio interpretato da Julianne Moore in Carrie - Lo sguardo di Satana.
È proprio il caso di dire: ALLELUJIA!! Un film horror impeccabile con tanto di finale controverso ed inaspettato.

Commenti

  1. Film splendido, concordo.
    E ho letto certi commenti, in giro, soprattutto di giovanissimi, che mi hanno fatto salire il nazismo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo anche io ho letto qualcosa, non so a quale età tu ti riferisca ma non li biasimo, per il semplice motivo che non è un horror semplice e banale come tanti altri, e di conseguenza non li diverte.
      Questo è tutt'altro che banale o di basso livello.

      Elimina
    2. E' pur vero che, per tanti, pensare un po' fa più paura del Babadook.

      Elimina
    3. Hahaha parole sante xD

      Elimina
  2. Contentissima che ti sia piaciuto, anche perché il Babadook me lo sono preso davvero a cuore e mi dispiace se qualcuno lo stronca T___T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi permetterei mai allora xD

      Elimina
  3. Bellissimo per davvero, anche io purtroppo sulle pagine horror di Facebook ho dovuto partecipare a diversi flame additando il tipico quindicenne che diceva che era brutto con motivazioni assurde. Per una volta non ho trattenuto gli insulti!

    Ho avuto più e più volte i brividi guardando questo film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco, hai fatto benissimo a dirgliene quattro xD
      Io ho pure affondato la testa nella spalla del mio ragazzo ad un certo punto, per non vedere xD

      Elimina
  4. Concordo, anche a me è piaciuto molto!
    Devo dire però che guardando la copertina l'unico commento corretto è quello di King. Questo film non l'ho trovato affatto terrificante, ma meglio dire come lo scrittore "Profondamente disturbante".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un'osservazione molto giusta la tua. Forse in questo contesto non riesco a capire la grande differenza tra terrificante e disturbante, perchè l'unico horror che io trovo terrificante al contempo mi disturba parecchio. In tutti i casi l'ho trovato un passo avanti a molti altri, senza dubbio.

      Elimina
  5. Davvero un gran bel film. Per me, una sorpresa inaspettata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me lo è stato ^^ anche se mi sono spoilerata un po' di cose in questi mesi leggendo le vostre recensioni xD

      Elimina

Posta un commento