American Horror Story - Murder House


Ed eccomi qua, di nuovo a scavare nei meandri delle serie tv. È più forte di me, in un momento di noia misto a curiosità io finisco sempre per gettarmi su qualche titolo tanto chiacchierato, e in questo caso la curiosità era molta.

Intanto inquadriamo un attimo la serie; AHS, per chi l'avesse solo sentita nominare ma non si sia mai documentato, è una serie tv trasmessa su FX a partire dall'ormai lontano 2011, creata da Ryan Murphy, lo stesso creatore di Glee. Una delle sue particolarità è quella di variare stagione dopo stagione; completamente differenti sono le ambientazioni, i periodi storici e, ovviamente, la trama, ma ancora più singolare è il fatto che passaggio le stagioni, una parte del cast rimane invariata mentre cambiano completamente i personaggi che gli attori vanno ad interpretare insieme all'incidenza di quello stesso personaggio.
Un'altra particolarità di AHS è che in tutte le stagioni, una parte della trama si svolge nei nostri giorni e un'altra nel passato, a seconda delle epoche relative agli accaduti. Questi passaggi nel passato/futuro possono presentarsi come semplici flashback oppure con regolare alternanza tra le due narrazioni. La vicenda principale però rimane in una delle due epoche, utilizzando l'altra per completare gli anelli mancanti della narrazione e proseguire nella storia.
Personalmente io non seguo Glee, ma è alquanto risaputo che tutto ciò che viene partorito dalla testolina di Murphy sia quantomeno irriverente e fuori dagli schemi, ciò che posso dire è che per quanto riguarda AHS la descrizione casca a pennello.


Murder House, questo primo capitolo, si incentra sull famiglia di Harmon, formata dal padre Ben, la moglie Vivien e la figlia Violet, che si trasferiscono a Los Angeles in questa bellissima casa d'epica che di dice abbia un'anima. Ben presto però, chi prima e chi dopo, si renderanno conto che la casa non solo abbia al suo interno un'anima, ma molte di più, ed i loro intenti sono dei più svariati, ma hanno in comune tutti quanti la famiglia Harmon e come tematica principale, la mernità.

Questa serie è per eccellenza IL tripudio di cliché dei film dell'orrore americani, ma questa prima stagione in particolar modo, in confronto a quelle successive, forse per il bisogno di tirare a sè una fetta più ampia di pubblico che non ha esitato ad abboccare all'amo.
Contrariamente a quello che pensano tutti, io non credo che l'obiettivo primo di Murphy fosse quello di spaventare il pubblico, perchè le tecniche per far saltare sulla sedia uno spettatore (ma niente di più) ci sono dietro l'angolo, piuttosto credo che volesse creare qualcosa di intrigante, che suggestionasse il pubblico e che lo facesse affezionare alla storia, e non tanto spaventarlo. 
Perchè in fin dei conti AHS non spaventa nemmeno un po', mai, c'è troppo amore impregnato tra questi episodi per essere capace di far paura, però allo stesso tempo di sicuro non è una serie per persone deboli di stomaco o facilmente impressionabili.


Avendo visto anche la seconda stagione (di cui parlerò a breve) non penso che questa sia e sarà tra le migliori; c'è uno smoderato eccesso di storie poco approfondire e solo abbozzate spalmate su un lasso di tempo a volte stancante, alcuni personaggi sono talmente inutili da formare una sorta di cornice a quelli primari. I colpi di scena sono stati distribuiti in modo non onogeneo nel corso dei 12 episodi, da far risultare alcuni episodi quasi inutili. 
Per il resto, il suo lavoro lo compie egregiamente; è riuscita ad interessarmi, a farmi innamorare dei personaggi (ma non quanto nella seconda) e a farmi apprezzare attori come Jessica Lange, a me prima sconosciuta, e a farmi amare ancora di più Evan Peters. Tutte le loro interpretazioni sono sopra la media delle serie tv in circolazione e tutto ciò che impachetta la serie, colonna sonora, ambientazioni ed effetti speciali, sono azzeccatissime.
Ripeto, questa prima stagione non mi ha soddisfatta appieno, ma è riuscita ugualmente a farsi apprezzare e a farsi sbaffare in una settimana, divertendomi.

To be continued...

Commenti

  1. Questa avevo stentato a metterla a fuoco, lì per lì, dovrei rivederla, ma è una delle più valide.
    Per me, la seconda è perfetta - nonostante qualche sottotrama superflua - ma purtroppo AHS si perde strada facendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh cavolo! La seconda mi è piaciuta un sacco, adesso vedremo le altre!

      Elimina
  2. La seconda è IL capolavorò insuperato di AHS però la prima è stato un modo molto intrigante di iniziare. Tra l'altro, io mi sono anche spaventata durante il momento "Here piggy, pig, pig" XDXD
    Ora attendo con ansia che in Motel tornino proprio la Murderhouse e il piccolo figlio di Satana... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooh ma allora non ero l'unica! A me quelle cose suggestionano troppo, ma i demoni di più *_*
      Comunque sia sono completamente d'accordo con te ^^
      Per il Motel io ho ancora tempo, devo vedere la terza al momento, e già le streghe non mi ispirano troppo.

      Elimina
    2. Coven ti prende perché si prende poco sul serio ed è più "teenager", mi ci ero divertita un mondo! Secondo me Screem Queens (recupera, recuperaaa!!!) ne è l'evoluzione demenziale!

      Elimina
  3. La prima e la seconda stagione sono stupende, la seconda di più rispetto alla prima a dirla tutta. Poi va un po' calando, ma anche la terza me la sono goduta alla grandissima. Finora la quarta per me la peggiore.

    DI questa che sta andando in onda, dopo due episodi, ancora non ho capito nulla di nulla... Però mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male, perchè la mia voglia di vedere la terza sta calando, comunque è solo pigrizia, conoscendomi mi prenderà anche quella xD ma la seconda l'ho amata davvero, c'erano tutte le carte in gioco per un bel lavoro.
      Ho visto qualcosa anche io del primo episodio dell'ultima, ero curiosa della scena di squartamento della coppia di cui si parlava tanto, e se devo dirla tutta mi ha un po' delusa, ma poi la guarderò bene più avanti.

      Elimina
    2. Per me, la più brutta è la terza. Super trash.
      Non male - anche se troppo affollata - la quarta. Ci dirai. ;)

      Elimina
    3. Ho visto oggi il primo episodio della terza, non so se è l'ondata di buonumore delle ultime ore ma, non mi è dispiaciuto xD

      Elimina
  4. Questa prima stagione l'avevo iniziata a guardare su Fox quando era uscita, ma non mi aveva attratta più di tanto.
    Ho seguito fedelmente Coven, anche se so di aver saltato Asylum...
    Sfortunatamente Freak Show l'ho persa su Fox, ma tenterò di recuperarla perché l'ambientazione mi piaceva un sacco!
    Da Hotel non so cosa aspettarmi, sono curiosa di vedere Gaga e la sua recitazione.
    I personaggi sono ben fatti e il contesto non è fatto per essere spaventoso (avevo letto un'intervista ai creatori) ^^
    Aspetto la prossima recensione di AHS!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia ^^ molto presto parlerò du Asylum che comunque ti consiglio caldamente da subito di vedere perchè è un capolavoro, anche solo in confronto alla prima che effettivamente è un po' moscetta.

      Elimina

Posta un commento