Il libro della giungla (2016)


A partire da Alice in Wonderland, e quindi dal 2010, la Disney ha lanciato la nuova moda dei remake live-action, che mi sono sempre sembrati un ottimo modo per rovinare i loro meravigliosi grandi classici e fare soldi "facili" in un periodo un po' a corto di idee, e si, per queste cose io faccio un po' la vecchia stronza, soprattutto perché i bimbi di oggi si ricorderanno questa versione con animali spaventosi e giganti piuttosto che quella con il serpente che rantola via col nodo in fondo alla coda piangendo.
Si parla quindi di Maleficent, Cenerentola e in programmazione per il 2016 c'è anche Elliott il drago invisibile (forse l'unico che aveva davvero bisogno di un restyling). Ma non è tutto, perché pare che stiano seriamente pianificando per i prossimi anni Dumbo diretto da Tim Burton, una specie di prequel per Aladdin, La Bella e la Bestia con protagonista Emma Watson, La Sirenetta, Pinocchio prodotto da Robert Downey Jr., La spada nella roccia scritto dall'autore di Game of Thrones e pure Winnie The Pooh. Insomma, tante idee malsane che non promettono nulla di buono, ad essere sinceri, ma per il momento non possiamo far altro che aspettare.
Anche questo nuovo Mowgli inizialmente non mi ispirava molta fiducia, non è mai stato uno dei miei classici preferiti, ma rientra comunque in quelli che nessuno vorrebbe mai vedere rovinati da qualche porcheria commerciale.


Mi pare proprio che questa volta non ci sia bisogno di parlare della trama, ben nota più o meno a tutti e che ha visto pochi e quasi insignificanti cambiamenti; il fuoco, principalmente, che nel cartone veniva tirato in campo quasi solo da Re Luigi, il re delle scimmie, in questa versione viene ampiamente introdotto anche all'inizio sempre dal punto di vista degli animali, ovvero quella di un enorme mostro che distrugge tutto quello che incontra.
E' vero, poi, che come cartone animato non era pieno zeppo di canzoni, ma quelle due/tre sono rappresentative dell'intero cartone e hanno cresciuto più generazioni. Ho avuto la sensazione che nella trasposizione ci sia stato un tentativo di inglobarle, pur conoscendo i rischi da entrambe le parti, ma mai come in questo caso le ho detestate; vengono appena accennate e a me sono sembrate completamente fuori contesto. Questo live-action un po' atipico è molto più serio dell'originale, più del confronto che si potrebbe fare tra La bella addormentata e Maleficent oppure tra i due Cenerentola, l'atmosfera è diversa, la storia è la stessa ma sembra di vedere due cose diverse. Per questo motivo in un film così volutamente con i piedi a terra, quelle due strofe appena accennate non sono riuscite nemmeno a coinvolgere il pubblico (formato all'80% da bambini).
Molto più in linea ho trovato invece la decisione, nei casi in cui le canzoni non sono state proprio riprodotte, di aggiungere un semplice sottofondo musicale che ricordasse quella precisa scena del cartone animato, perfetta per l'effetto nostalgia dei più grandi (vedi scena elefanti).


Grande pregio di questo esperimento è stato l'utilizzo della CGI, ovvero della computer grafica, che questa volta come in poche altre occasioni ha creato qualcosa di quasi indimenticabile a livello visivo, ma ancora più importante è il fatto che per la prima volta sia stata utilizzata con moderazione ed intelligenza. A sorpresa gli animali sono a dir poco enormi e, in modo divertente, sproporzionati tra loro e a lasciare senza fiato sono proprio loro, e diventano anche i veri protagonisti del film.
Per tutto il resto, rimane il più possibile fedele all'originale partendo proprio dalle inquadrature, cosa che ho molto apprezzato.
Tra i doppiatori originali tantissimi nomi noti e che sarebbero molto interessanti da sentire nella versione originale tra cui Scarlett Johansson, Bill Murray, Idris Elba e Christopher Walken.



Commenti

  1. Mi hanno detto a più riprese di quanto questo film sia davvero carino, molto di più rispetto alle trasposizioni disney in live action degli ultimi anni. Lo vedrò a breve, speriamo, dato che lui e The Legend of Tarzan mi ispirano abbastanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si e guarda che io non impazzisco, come ho già detto,mper queste cose, perciò accontentare me ce ne vuole.
      Tarzan isoira anche me, se non fosse per il cattivo interpretato da Waltz che trovo un po' ridicola, e io Waltz lo amo.

      Elimina
  2. Ne stanno parlando tutti abbastanza bene, ma a e continua a non ispirare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ispirava troppo nemmeno me, mi incuriosivano gli animali ma niente di più.
      Se ti capita comunque un'occhiata dagliela.

      Elimina
  3. Questo è il primo live action Disney che mi è davvero piaciuto. Davvero una bella sorpresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono altrettanto entusiasta ma comunque non mi è dispiaciuto, l'obiettivo l'hanno raggiunto dato che a livello di risposta del pubblico è per il momento il film del 2016 con maggior successo.

      Elimina

Posta un commento