Goodnight Mommy (Ich seh, Ich seh)


Ci si prepara, un po' in anticipo, alla notte di Halloween e dovevo assolutamente recuperare questo filmone che ho sentito lodare in ogni angolo della Terra, non potevo assolutamente perdermelo, tanto meno questa settimana. 
Si tratta di un film austriaco del 2014 che ha fatto pochissimo rumore sia in Austria che in Italia, ma non dalla critica che ne ha sempre parlato nel migliore dei modi.

Elias e Lukas aspettano il ritorno della madre da un intervento di chirurgia plastica, nella grande casa sperduta nel nulla. Al suo ritorno, la madre ha il viso coperto di bende ed un carattere molto aggressivo che i figli non riconoscono. Più passa il tempo, e più la madre sembra avere comportamenti strani che mettono i due gemelli sulla difensiva ed iniziano a cercare indizi per provare che si tratti effettivamente della madre.


Questo film è stato una rivelazione per molti motivi, talmente tanti che non so da che parte iniziare.
Goodnight Mommy è un horror psicologico ma, a differenza di molti altri del genere, è tutto alla luce del giorno, ci fa vedere tutte le forme e le ombre nel modo più chiaro possibile, senza mai nascondersi nel buio. Questa luminosità naturale, creata dalle enormi porte-finestre della casa, fa diventare tutto tremendamente inquietante, ma la particolarità del film, nonché il suo pregio più grande, è quello di spaventare senza quasi l'utilizzo di mezzi o effetti speciali (ridotti all'osso).
I volti coperti da bende o maschere, che in sé non hanno nulla di inquietante, nella nostra testa si amplificano, terrorizzandoci fin dal primo momento. 
L'assenza totale di colonna sonora ci tiene vigili, con gli occhi incollati allo schermo, alla ricerca di ogni piccolo suono, e non se ne sente la mancanza. Questo è un grande esempio di come, per spaventare, a volte la colonna sonora non sia indispensabile, e viene invece utilizzata quando il film non ha di per sé una grande potenza d'immagine.


La trama cerca di sviarci, ma forse il "colpo di scena finale" non è stato abbastanza celato nella narrazione e purtroppo appare lampante dopo le prime scene. Ma, nonostante questo, una volta giunto alla conclusione che ritenevi più importante per ragioni di logica, il film non smette di terrorizzarti, ed entra in profondità, tanto da fartici pensare per i giorni seguenti. 
La psicologia che pervade lo spettatore è contemporaneamente semplicissima ed estremamente complessa, la sottotrama, diciamo la conseguenza della palese conclusione di cui parlavo, è un'ombra gigantesca che copre questa famiglia ormai distrutta da un destino crudele.
Il cast principale, la madre ed i due figli, sono il tocco finale. I due ragazzini sono stati scelti tra 270 coppie di gemelli, e sono un tutt'uno tra loro e con la casa. 
Non ci sono entità demoniache, né mostri o altre figure del cliché orrorifico, ma riesce comunque a toccare il filone della follia e del soprannaturale nella quotidianità di una famiglia. Purtroppo ci sarebbero molti più dettagli di cui parlare, ma non vorrei mai rovinarvi la possibilità di viverlo senza influenze e tutto d'un fiato.
E' possibile soprattutto all'inizio trovarlo un po' lento, ma anche questa lentezza appositamente cercata lo aiuta a raggiungere il suo obiettivo alla perfezione. 
Questo è il mio consiglio per un Halloween relativamente privo di sangue, ma comunque terrificante.



Commenti

  1. Grande film, non proprio perfetto e con un finale un po' telefonato. Però emozionante e angosciante al punto giusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello che ho detto anche io, però ha senso anche dopo averlo capito, e soprattutto continua ad inquietare.

      Elimina
  2. Peccato che si capisce subito uno dei due "colpi di scena",avevo grandi aspettative per questo titolo,ma mi ha un pò deluso :(
    Ha comunque dei momenti davvero inquietanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ripeto, quel colpo di scena secondo me non è la cosa importante, perchè se lo sono pure giocato bene, nel senso che lo spettatore fino alla fine non ne ha la certezza e fa lavorare la testa alla ricerca di diverse possibilitá. Secondo me c'è altro sotto quella trama sempliciotta che appare in superficie. A me non ha deluso affatto, ma comunque si ^^ davvero inquietante.

      Elimina
  3. Che voto pazzesco! :O
    Da come lo descrivi sembra in effetti avere parecchie caratteristiche interessanti, che non si trovano spesso in un film horror. Dal trailer non mi aveva convinto (certe scene mi facevano anzi sorridere XD) ma se ne parli così bene non potrò che cercare di recuperarlo in futuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono rimasta davvero stupita dalla semplicità con la quale è stato girato! Te lo consiglio vivamente ^^

      Elimina
  4. Visto che avevo ragione? ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii *.*
      Lo adoro e al contempo mi terrorizza!!

      Elimina

Posta un commento