Deadpool


Ogni tanto un po' di ignoranza è addirittura indispensabile, se no ci si deprime. 
All'alba dell'uscita del secondo capitolo di Guardiani della Galassia, decido di recuperare questa...cosa. E la risposta è sì, ci ho messo un po', mi sono fatta coraggio, ma quel che conta alla fine è che si raggiungano i propri obiettivi. 

Wade Wilson, ex soldato delle forze speciali dalla condotta discutibile, si ammala di cancro e non gli resta molto da vivere. All'insaputa dell'amata fidanzata, si sottopone a delle sperimentazioni che, dicono, possano non solo salvargli la vita e guarirlo dal cancro, ma anche donargli poteri inimmaginabili.


Ero scettica, ma quando mai non lo sono? D'altronde Marvel sta solamente utilizzando il materiale che possiede da decine di anni, infatti, documentandomi, ho scoperto che il personaggio di Deadpool fece la sua prima comparsa nel 1991 in un fumetto sui mutanti, e successivamente ha avuto volumi dedicati interamente a lui.
Ma che dire del film? Una volta che ci si "abitua" alla continua rottura della quarta parete, che è poi una delle caratteristiche di Deadpool da sempre e non una trovata cinematografica, il film ha il grande pregio di scorrere senza intoppi, con una semplicità che non vedevo da tempo, quasi due ore di film sono praticamente volate senza che me ne accorgessi. A favorirlo è senza dubbio il ritmo del dialogo (o dovrei dire monologo?) arricchito, se così si può dire, da battute e azioni non troppo politicamente corrette. Questa è forse la sua caratteristica principale, quella che salta subito all'occhio e che non ti abbandona nemmeno un attimo, è stato il suo slogan pubblicitario che ha contribuito a creare aspettativa nel pubblico e che, di contro, non aveva attirato me. Il che non è affatto un male; se ci pensate in Captain America: Civil War gli Avengers hanno dovuto firmare un contratto con il governo degli Stati Uniti, è vero che ci sono anche vie di mezzo, ma magari al pubblico Marvel sta bene mantenere ancora una parvenza inverosimile quando sceglie di andare in sala.


Di contro, però, a mio parere ci hanno calcato la mano fin troppo, le battute scurrili vanno bene, ma la prima mezz'ora ne è davvero piena, anche in circostanze completamente superflue, trovo che a volte fosse esagerato non al punto di dare fastidio, ma di sicuro al punto di non divertire tanto quanto avrebbe voluto, se non tutti almeno la porzione di pubblico di cui faccio parte.
Per il resto rispecchia lo standard Marvel, e a volte rimane anche un po' sottotono. Le battute se non altro vanno a distrarre la poca presa della trama, ma anche dell'indifferenza dei personaggi secondari, davvero poco caratterizzati e divertenti. Nel complesso non risulta pesante nemmeno un attimo, e devo dire che in alcuni momenti sono da notare regia e fotografia, a mio avviso migliori di molti altri film precedenti che si perdevano in un bicchiere d'acqua.
Se non altro mi ha strappato un paio di risate sincere ed ho apprezzato il nuovo tipo di comicità, che va un po' a svecchiare l'ormai consacrato modello.

Commenti

  1. io andai a vederlo al cinema e lo trovai strepitoso a dir poco...
    okay, io sono decisamente di parte perché per me i super eroi sono il massimo del massimo, però questo è un film che vale la pena di essere visto, perché è diverissimo da tutti gli altri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho apprezzati altri più di questo, ma con i supereroi al momento sto affrontando il fatto opposto, mi divertono sempre meno, quindi ho apprezzato il fatto che mi abbia fatto ridere nonostante questo tipo di commedia non sia la mia preferita.

      Elimina
  2. La cosa che balza all'occhio è proprio andare oltre gli schemi, per questo il film mi è piaciuto tantissimo, anche se della Marvel sono pazzo per cui per me è stato abbastanza facile ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo infatti la decisione, comunque abbastanza facile per il momento in cui ci troviamo, anche il mondo supereroico ha bisogno di una svolta, e ne stiamo vedendo alcune di questi tempi. Sinceramente, come dicevo anche con Patalice, i supereroi al momento mi stanno un po' annoiando, quindi spero che in futuro io mi possa riappacificare col genere.

      Elimina
  3. Grande! Anche io ero molto scettico sul film e pensavo che a sentire Deadpool fare battutacce per due ore mi sarei rotto in fretta le scatole. Invece l'ho trovato un film scorrevole e divertente: che sorpresa! Insomma, hai descritto il film con le parole giuste e questa volta possiamo dirci d'accordo :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo la stessa paura e, sebbene alcune volte ne avrei tolta qualcuna qua e lá, alla fine è un esperimento ben riuscito!

      Elimina

Posta un commento