The Founder


Domenica sera ho trovato il tempo di recuperare uno dei titoli che mi incuriosivano di più degli ultimi mesi passati. Ho sentito parlare bene di The Founder fin da subito, naturalmente non commenti entusiasti ma comunque positivi, e mi incuriosiva perché non mi sono mai documentata sulla nascita del colosso del fast food.

Nel primo dopoguerra Ray Kroc era un venditore dell'Illinois di vari oggetti, fino ad arrivare a vendere frullatori, ma senza un grande successo. Un giorno, per lavoro, raggiunge la California dove incontra Dick e Mac McDonald, due fratelli proprietari di una piccola catena di fast food dal rivoluzionario sistema di produzione che dimezzava i tempi di attesa. Ray, incuriosito e affascinato dalla loro invenzione, propone ai due fratelli di entrare in società, guadagnandosi così un posto all'interno dell'attività ed espandendolo tanto da diventare la famosa catena che conosciamo noi oggi.


The Founder è un film che mette d'accordo tutta la famiglia, perfetto per una serata poco impegnativa ed educativa. In quanti si sono chiesti McDonald come sia nato, e in quanti successivamente si sono veramente documentati? Io sono una di quelle che non lo ha fatto, e sono convinta che le biografie servano esattamente anche a chiarire episodi letti solo nei libri di storia, approfondirli e raccontare storie vere che diversamente non si conoscerebbero affatto. Questa è una di quelle biografie intelligenti e l'unica, che io sappia, che racconti la vera storia del colosso rosso e giallo senape. 
Film come questo ci ricordano che il mondo non è tuo amico, che se hai un'idea tua te la devi tenere stretta, vincono i furbi e gli svegli, sempre, ed era così già negli anni '50, quando la gente era ancora scossa dalla fine della Seconda Guerra Mondiale


Non vi nasconderò che più vedo film con Michael Keaton e meno mi sta simpatico, anche se devo ammettere che per alcuni film abbia un carisma unico, anche se non è questo il caso, ma poco importa. Fa sempre un gran piacere, invece, vedere all'opera John Carroll Lynch, un attore sottovalutato secondo me dall'incredibile potenziale ma che si cucca quasi sempre ruoli secondari che passano in secondo piano. 
The Founder è una biografia ben riuscita ma non indimenticabile che mi ha saputa intrattenere, divertire e mi ha fatto vivere l'atmosfera dell'America degli anni '50 e la disperazione che si trasforma in grinta di Kroc, ma senza lasciarmi molto alla fine della visione.


Una biografia come tante, quindi, ma di quelle che non ti fa addormentare sul divano dopo i primi venti minuti.


Commenti

  1. anche io ero incredibilmente curiosa di vedere questo film, e non ho ancora avuto modo di recuperarlo... lo farò decisamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai idea delle liste che devo recuperare io....Faccio prima a non pensarci a volte, mi faccio meno male. Questo sarà un recupero se non altro piacevole ed interessante.

      Elimina
  2. E' già tanto che non annoia, per cui meglio così, comunque aspetto anche di questo un passaggio su Sky ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso manchi molto oramai ^^

      Elimina
  3. Io invece l'ho trovato un film enorme, importantissimo e sottovalutato. E' il manifesto del crollo del Sogno Americano, della fine di un Mito (il nuovo continente visto come il paese dalle grandi opportunità) e dell'inizio di una nuova era, quella del capitalismo e dei soldi facili. I fratelli McDonalds non avevano interesse a espandersi, per loro gli affari andavano già benissimo... Kroc invece è insaziabile, vuole tutto: i soldi, la fama, il successo, e per averli è disposto a tutto. E non si accontenta mai. L'emblema della società moderna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è tutto molto chiaro e lo hai spiegato nel migliore dei modi, come sempre. Però a livello di mero coinvolgimento da parte mia non ha funzionato, ma è un po’ il genere della biografia. Per me un film fatto bene ma che non rivedrei mai più.

      Elimina
  4. Keaton è stato proprio bravo qui, veramente fastidioso :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ecco, qui concordiamo di sicuro!

      Elimina
  5. A me è piaciuto moltissimo, tanto che ce l'ho anche in dvd.
    E, una volta rivisto, mi è sembrato anche più leggero.
    Vero, non fa assolutamente dormire e restituisce gli anni '50 in modo figo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É comunque molto interessante vedere come un film può apparire diverso ad ognuno di noi, io non lo rivedrei ma l'ho comunque trovato piacevole.
      Lieta che ti sia piaciuto, Moz.

      Elimina
  6. Secondo me è un film che funziona, pur con qualche riserva me lo sono goduto tranquillissimamente dall'inizio alla fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi, anche io l’ho apprezzato, solo che l’ho trovato un film come altri, nulla di più.

      Elimina

Posta un commento