Home - A casa


Tip è un'adolescente che vive con la propria mamma ed il gatto Pig. Un giorno il Pianeta Terra viene preso d'assalto dalla tribù dei Boov, una tribù di extraterrestri alla ricerca di un nuovo pianeta da colonizzare per scampare dai loro nemici, i Gorg. Tip incontra Oh, un Boov, ed inizierà un'avventura che stringerà tra loro una tenera amicizia.

DreamWorks nell'ultima decina di anni ha saputo reinventarsi, molto più della Disney. Ad iniziare dal 2008, quando ci ha regalato il mito del primo Kung Fu Panda, adorato in tutto il mondo, al 2010 con Dragon Trainer ed il magnifico Megamind, finendo forse nel 2012 con Le 5 leggende, quindi senza contare i sequel. Il colosso Disney, dal canto suo, negli ultimi anni i veri titoli che hanno apportato grandi passi avanti sono Rapunzel nel 2010 (forse l'ultimo ad essermi davvero davvero piaciuto), Frozen, che nomino solo per il suo grande piglio commerciale e non tanto per suo il valore in sé, e gli ultimi Big Hero 6 e Zootropolis, molto minori se vogliamo parlando di impatto sul pubblico.
Perciò, contando che DreamWorks è molto più giovane e con molta più concorrenza, negli anni si è davvero saputa difendere creandosi un suo pubblico ed una sua reputazione del tutto rispettabile, e di questo bisogna darle merito. Questo Home crea una certa discontinuità nel suo percorso, un potente passo indietro, forse a dimostrare che non tutte le ciambelle vengono col buco.


La grafica utilizzata non è delle mie preferite, non ha saputo donare quella personalità che ricercano in ogni film, quindi anche i personaggi non sono riusciti a coinvolgermi più di tanto. Fortunatamente gli stupendi colori utilizzati sono bastati per distrarmi un po', cosa che succede molto spesso. Ecco, un pregio di questo film sono davvero i colori, una ricchezza di sfumature e vivacità che mi ricordo solo in Rapunzel (e anche per quello mi piacque moltissimo).
Oh, il personaggio principale, non soddisfa probabilmente le caratteristiche che il mio bambino interiore cerca in un film, e soprattutto ho trovato un po' retorica la sua parlata per niente divertente e anche un po' fastidiosa.
Il lato positivo dei personaggi era forse il doppiaggio originale, argomento sul quale hanno fatto moltissima pubblicità e hanno puntato quasi tutto il messaggio di marketing, e che vede Jim Parsons a doppiare l'extraterrestre viola Oh, Rihanna a doppiare Tip oltre a crearne la colonna sonora, e Jennifer Lopez a doppiare la mamma di Tip, per questo motivo ne consiglio una visione in lingua originale, il tutto risulta molto più divertente.


La storia non è nulla di mai visto prima, il tema centrale qui è un mix tra bullismo e omofobia, comunque una forte intolleranza sociale (sempre molto attuale e sulla quale si va sul sicuro), e la possibilità di distruggere i confini ed i pregiudizi, ci sprona a conoscere prima di giudicare e di isolare le persone intorno a noi, il tutto raccontato attraverso l'amicizia, veicolo universale e sempreverde.
Il problema non è affatto di contenuti, è più che altro la storia, la mancanza di qualche momento di "tensione", una trama su un unico binario, probabilmente più pensata per un pubblico minore anziché improntato sull'idea di mettere tutti d'accordo.
In generale è un film pensato per tutta la famiglia, senza grandi complicazioni alla portata di tutti, con l'unico problema che forse divertirà più i vostri figli che voi, questa volta.


Commenti

  1. Hai ragione, è divertente, ben animato ma un pò monotematico, e tempo che sulla lunga distanza si dimentichi anche in fretta. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah da quel punto di vista io l'ho visto settimana scorsa e già fatico a ricordarmi i dettagli, quindi è tutto detto.

      Elimina
  2. Dovrò comunque guardare anche questo, sembra simpatico anche se non trascendentale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è simpatico e perfetto per una serata tranquilla.

      Elimina
  3. Lo giudico non classico film alla Dreamworks. Nessuno se lo aspettava, alla fine è uscito qualcosa di godibile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No infatti non lo è assolutamente, secondo me abbassa anche un po' la media dei loro film, ma comunque si lascia guardare, questo si. Sinceramente non lo rivedrei, cosa che non ritengo molto positiva.

      Elimina
  4. Non sarà un capolavoro questo è certo, però molto simpatico ma sopratutto colorato, e tanto, e nonostante qualche piccolo difetto è piacevole e si può tranquillamente vedere senza ovviamente aspettarsi tantissimo, in ogni caso qualcosa di bello c'è ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sia coloratissimo infatti l'ho apprezzato molto anche io, solo che mi ha divertita ben poco. Tra tutti i personaggi il micio era il più dolce di tutti.

      Elimina
  5. Dalle nostre parti, contando anche che il battage pubblicitario era stato sicuramente inferiore rispetto ad altre produzioni Dreamworks, il film era stato parecchio apprezzato. Semplice e diretto ma ben costruito, più alla portata dei piccoli ma divertente un po' per tutti. Prodotto medio che però lascia una certa soddisfa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono rimasta soddisfatta devo dire, ed è anche molto semplice da dimenticare. Diciamo che ci sono molte altre animazioni molto piú divertenti e coinvolgenti per una serata ugualmente leggera.

      Elimina

Posta un commento