Star Wars: Il risveglio della Forza


Sono passati molti anni da quando i Jedi combattevano contro il male, e la Forza è ormai una leggenda. Luke Skywalker, altra leggenda di cui si vocifera in giro, è scomparso, e si parla di una mappa nascosta che sveli il luogo in cui si nasconde.
Il Primo Ordine, con a capo Kylo Ren, si mette sulle tracce del droide che dovrebbe contenere la mappa, ma da qui inizia una caccia che coinvolgerà anche Finn e Rey.

32 anni sono davvero moltissimi. Il pubblico si abitua ad un'altra tipologia di cinema, una nuova generazione tramite moltissimi canali ha potuto appassionarsi alla saga e molte altre persone, anche per curiosità, lo hanno comunque scoperto per la prima volta.
Il domandone che è sulla bocca di tutti adesso è: era necessario questo settimo capitolo? O addirittura una nuova trilogia E uno spin-off?
No, assolutamente no, non era necessario, almeno non al pubblico, non a noi, perchè Disney invece ha pianificato tutto nei minimi dettagli. È normale che ai fini dell'economia questo non può che essere un immenso toccasana; ha portato entrate durante la sua lunga attesa, al momento dell'uscita del film, e per gli anni a venire con i prossimi film e l'oggettistica che andrà a ruba. È solo questa la motivazione dei biscotti del Mulino Bianco a forma di Yoda, e non perchè a Banderas piace particolarmente la saga.


Adesso, chiarito il punto del "perchè", passerei al secondo.
Disgraziatamente non ho avuto la possibilità di vederlo il 16 come la maggior parte delle persone, ma nel frattempo ho cercato di fare zig zag tra spoiler e commenti a caldo, questi ultimi sia molto positivi che molto negativi, ce n'era per tutti i gusti.
Io ho pensato di ragionarci su un giorno intero prima di dire la mia e penso di aver raggiunto un buon equilibrio nella valutazione, il più oggettiva possibile.
L'attesa ha fatto l'80% del lavoro. Poco ma sicuro, questo è chiaro a tutti. Ma mi è parso molto chiaro dal momento in cui mi sono seduta sulla poltrona, qualcosa già si era spezzato in me, perchè è naturale, ci si aspettava il film del secolo mentre ci siamo dimenticati che comunque sia si parlava di Star Wars, il quale per quanto fosse rivoluzionario non ha mai avuto delle trame superinnovative.


Il risveglio della Forza non è un completo disastro, di sicuro ha i suoi difetti, come ogni film.
Proprio perchè si tratta sempre di Star Wars sarebbe stata un'emerita cretinata discostarsi troppo dai film vecchi di cui tutti si erano innamorati, il pubblico non l'avrebbe comunque accettato.
Dall'altro canto però, bisogna dire la verità, questo episodio ricorda in maniera davvero imbarazzante l'episodio IV, cosa che agli occhi di molti è sembrato quasi offensivo, mentre io l'ho trovato più simile ad un tributo a Lucas.
Ammetto, con una piccola parentesi, che alcuni punti siano stati trattati con poca chiarezza, molto abbozzati. Purtroppo non posso proprio dire a cosa mi riferisco ma insomma, ci poteva fare più attenzione a certi particolari.
Poi, provando ad estrarlo un secondo dal contesto, c'è da dire che è un film al passo con i tempi, non è di una lunghezza smisurata ma mantiene un ritmo molto elevato, non facendo mai annoiare il pubblico, la comicità (che si intravedeva anche nelle due trilogie vecchie) è stata adattata, ricordando un po' quella Marveliana e gli effetti speciali, che hanno sempre fatto la differenza, non hanno tradito ancora una volta.
Si, è risultato anche a me un po' infantile, forse mancava di un vero e proprio villain della situazione, con alle spalle una figura imponente come Darth Vader, ma quello che penso veramente è che sono state le nostre aspettative a tradirci, non era un compito semplice quello di Abrams e sono sicura che lui volesse più di tutti creare qualcosa che mettesse d'accordo l'enorme pubblico che doveva soddisfare.
I film veramente brutti sono altri, questo di sicuro è un po' ridondante, ma alla fine dei conti questo è Star Wars. La mia impressione è che questo primo film della trilogia abbia voluto fare da tappeto rosso per l'avvenire, una sorta di tributo, appunto, parliamo di Disney e di Star Wars, non oso immaginare che non abbiano qualche asso nella manica.
Si sta aprendo un nuovo universo, una nuova generazione. Diamogli il tempo di esprimersi prima di giudicare con parole troppo forti le scelte di un uomo sul quale erano riposte molte responsabilità.

Commenti

  1. Non concordo sul fatto che non potevano prendere nuove direzioni. Guarda la saga di Harry Potter, i registi sono cambiati di continuo e si vede! Io un poco speravo in quello, ti dirò...
    Per il resto, a parte la somiglianza con Episodio IV... sì, i film davvero brutti sono altri, ma qui ci sono di quelle falle logiche impressionanti. E il problema è che si scorgono anche alla prima visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me per esempio i film successivi di Harry Potter non hanno mai fatto impazzire, ho continuato a vederlo perchè mi appassionava la storia e i personaggi.
      Penso davvero che sia stata una scelta ponderata la loro, sapevano i rischi che stavano correndo.

      Elimina
  2. Hai ragione, i film brutti sono altri.
    Sono ancora un pochino scettico su alcune scelte fatte, sopratutto il fattore nostalgia/revival.
    Mi sono davvero fomentato solo nella mezz'ora finale, che mi fa venir voglia di vedere cosa succederà dopo.
    Gli do un 7 (anche 7,5) su 10.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fattore nostalgia era praticamente inevitabile, anche solo per il fatto che chi ha lavorato al film è il primo fan tra tutti.
      E poi questo fatto nella nostalgia, io avevo letto che ci fosse, ma me lo aspettavo molto piú accentuato. Si, i personaggi leggendari ovviamente ci sono ma non hanno entrate particolarmente celebrative!

      Elimina
  3. ho paura... ma lo vedrò sicuro, JJ mi sta simpatico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardarlo con occhi oggettivi dopo aver letto tutti questi commenti è complicato xD

      Elimina
  4. Finalmente un commento ragionato!
    Sono d'accordo sul fattore tributo a Lucas, ma io penso anche che il regista abbia cercato di creare un "ponte" tra vecchia trilogia e nuova trilogia, ma non solo, anche tra "vecchia" generazione e nuova generazione di fan, visto che non tutti(soprattutto i giovanissimi) hanno avuto l'occasione di vedere i film della fine degli anni '70 e posso affermare che Abrams ci sia riuscito, visto che sono stata al cinema con una persona che conosceva proprio qualcosina sul mondo Star Wars ed è riuscita a seguire, senza grossi problemi, tutta la trama. Ora capisco anche perchè non ci sia stato un tam tam televesivo(in chiaro, si intende) come invece era accaduto per Indiana Jones. Quindi prima di affermare che siamo di fronte ad un completo disastro oppure no, io aspetterei il secondo, anzi addirittura il terzo film(visto che risente un po' della sua natura da trilogia), anche se non mi aspetto delle rivoluzioni, poichè come hai fatto giustamente notare tu, le trame Star Wars non sono mai state "superinnovative", ma è una saga che mi ha sempre appassionato e perciò li posso anche perdonare!
    Spero adesso di metterla in modo tale da non spoilerare niente a nessuno: a mio avviso il concetto di villain crescerà con il tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si concordo. Ripensandoci vengono in mente dei tremendi strafalcioni che si potevano tranquillamente evitare, ma tutto sommato diciamo che poteva andare anche peggio xD
      E poi stiamo facendo tutto questo putiferio dimenticando che l'episodio I è qualcosa di veramente inguardabile, perciò abbiamo visto di peggio.
      Per quanto riguarda il villain io lo spero proprio, perchè Kylo Ren non reca proprio giustizia a quello che fu Vader.

      Elimina
  5. Commento molto interessante il tuo, che ho letto con attenzione. Ero curioso di leggere l'opinione di una persona giovane (hai circa la metà dei miei anni) e che quindi non ha vissuto il "mito" e l'atmosfera di "Guerre Stellari" come l'ho vissuta io, praticamente bambino, nel lontano 1977... te lo dico perchè il mio parere sarà, per forza di cose, condizionato dal fattore emotivo, mentre recensioni come la tua sono certamente più obiettive. Mi riprometto perciò di ripassare di queste parti non appena avrò visto il film. A tra poco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Kris. Si, non c'è dubbio che il mio rapporto com Star Wars sia diverso, principalmente perchè io lo scoprii praticamente da autodidatta e (per ovvi motivi) nemmeno troppi anni fa.
      Aspetto con molta curiosità ^^

      Elimina
  6. A mio parere il fatto che sia a livello di trama e situazioni uguale a Episodio IV non è offensivo. Il problema di questa cosa, per un'amante della vecchia saga, è che fa tabula rasa di ciò che vi è successo e lo ripropone identico, è un revival di star wars e non un sequel.
    Ma come dici inizialmente forse non avevamo bisogno nè di un revival, nè di sequel in fin dei conti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, solo che pur non essendo offensivo è risultato a moltissimi davvero poco utile. Voglio dire che potevano fare un revival anche senza prendere paro paro la trama, l'ho trovato poco professionale.

      Elimina
    2. idem, poco professionale. L'intento è fare una "nuova" serie di star wars, ricalcando il vecchio. Far ripartire la storia. è già tutto calcolato. Sarebbe stato meglio elaborare una cosa completamente nuova... ma meno remunerativo ovvio!

      Elimina
    3. No, in realtà questo settimo capitolo dovrebbe essere il seguito, come dice anche il titolo. La storia dovrebbe ricominciare in uno spin-off che uscirà dal prossimo anno (2016) ed usciranno un anno uno e un anno l'altro. In tutto sono due trilogie nuove, ma questo ultimo episodio doveva essere proprio un seguito, cosa che hanno fatto solo in parte. Hanno avito tutto il tempo per pensare a qualcosa di nuovo, secondo me.

      Elimina
    4. sì sì, che dovesse essere un sequel lo so. :) intendevo che non è un seguito nella realtà.

      Elimina
    5. Eh speriamo xD se no gli è uscito veramente male!!

      Elimina

Posta un commento