Sherlock Holmes


Adoro quando sui canali Mediaset si sbilanciano nel trasmettere qualcosa di decente!
Nel caso di ieri sera, per esempio, nel quale hanno dato il primo Sherlock Holmes del 2009 (già il 2009 O_O) e, di seguito, Sweeney Todd. Ma mi rendono felice anche quando decidono di dare intere saghe come Ritorno al Futuro, Harry Potter e tutta la compagnia dell'anello.
Insomma, qualcosa che vada oltre alle solite sciocchezze e talent show, anche se alla fine ciò che propongono lo rivedo per la ventesima volta.
Perciò, non ho trovato motivo per non doverlo guardare, ieri sera.

221 B di Baker Street. Il più misterioso e geniale investigatore del Regno Unito, e della mia amata Londra, insieme al suo fedele compagno Watson, vanno alla ricerca di misteri da svelare.
Questa volta, hanno a che fare con occulto e soprannaturale; Lord Blackwood, infatti, simpatizzante della magia nera, viene consegnato dai nostri due beniamini alla giustizia, ma non si rivelerà così semplice sbarazzarsi di lui.


Lo dico immediatamente, così evitiamo eventuali misunderstandings; il film in questione non è affatto un capolavoro, è piuttosto un filmetto per ragazzi che ha preso una bella piega nel pubblico di giovani e meno giovani.
Inserendo un attore come Downey Jr. è semplice creare qualcosa con queste caratteristiche, siccome è molto complicato immaginarselo in ruoli molto più "seri", diversi da ciò che ha interpretato fino ad ora, parlando di film recenti, perché in passato di cose più impegnate ne ha fatte. L'immagine che si è creato di sé al pubblico è, da quello che leggo in giro, molto semplice a com'è nella realtà, perciò non dev'essere un grandissimo sforzo interpretare determinati personaggi.
Insomma, un padre che spinge il figlio a fare uso di cannabis assieme a lui non è certo un padre normale...
Tornando al film, esibizione di Robert a parte, il regista Guy Ritchie, con non troppa esperienza, è voluto andare sul sicuro e su qualcosa che avrebbe funzionato. 
Così è stato. E lo è stato anche per il secondo capitolo.
Azione, scambi battute veloci (multipli tentativi di omicidio del cane di Watson) sono la combinazione vincente. Simpatica, la trovata dello spiegone a rallenty delle mosse per mettere KO il proprio avversario e la colonna sonora che non ti dimentichi più.
Un lavoro discreto. Peccato solo per gli effetti speciali, persino mia nonna (90 anni) si accorgerebbe che sono fatti coi piedi! Davvero peccato. Ma molto probabilmente il regista non puntava su questa caratteristica, o meglio, voglio crederci.
In sintesi, un film piacevole, senza tante pretese, che rivedo sempre molto volentieri ben sapendo che non sia un caposaldo della cinematografia.
Ma d'altronde, servono anche queste visioni, di tanto in tanto.

Valutazione:


Commenti

  1. Per me invece un bel film. Non un capolavoro, ma frizzante, divertente e mai stupido. Poi è anche ben diretto e con una colonna sonora da urlo. Se i film d'intrattenimento fossero sempre così, non ci sarebbe da lamentarsi.
    Il secondo invece mi è sembrato abbastanza confusionario, ti dirò .___.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche a me piace, per quanto possa essere ripetitivo a me Robert piace in tutte le salse!
      Di sicuno non un film da premi, ecco.
      Il secondo a me invece è sembrato abbastanza simile al primo, non ho trovato grandi differenze! Mercoledì prossimo lo rivedró ^^

      Elimina
  2. Ti dirò...a me, piacque tantissimo. E' stato il film che mi ha fatto scoprire Robert Downey Jr, oggi come oggi uno dei miei attori hollywoodiani preferiti! ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo conosco dai tempi di Zodiac e mi è sempre piaciuto! Sbruffone e belloccio ^^

      Elimina

Posta un commento