Frank


"L'anima del gruppo è Frank"
E questo già doveva bastare a metterci in guardia.

È uscito il 13 novembre nelle sale italiane e, per fortuna o sfortuna, lo hanno inserito nella programmazione di pochi cinema di mia conoscenza, perciò non ha fatto un grande successo e in pochi lo conoscono.
Molto sinteticamente, racconta di Jon, un musicista alle prime armi, che cerca di trovare la sua strada musicale e la sua ispirazione. Inciampa per caso nel gruppo dei Soronprfbs (secondo campanello d'allarme), una band di folli capitanata da un ragazzo che indossa perennemente una testa di cartapesta alquanto inquietante (rullo di tamburi....Michael Fassbender!).

In realtà le cose da dire sono ben poche; sono una banda si squilibrati, e se l'unico sano di mente all'inizio era Jon, in breve tempo lo trascinano con loro sul baratro della pazzia.
Quindi, tutti insieme appassionatamente pazzi, cercano di farsi strada nel mondo della musica.


Non tardano ad arrivare "colpi di scena" ma soprattutto ho trovato che fosse uno di quei film che, una volta finito, ti fissa lo sguardo allo schermo per minuti interi cercando di capire che cacchio in realtà tu abbia visto!
Non so se rendo l'idea. È un film folle dall'inizio alla fine. E non penso nemmeno che mi sia piaciuto molto! Anzi precisiamo, probabilmente non sarò così profonda da poterlo capire ed apprezzare "nella sua essenza", ma detto questo, non penso che sia un gran film.
Lo presentano come "l'attesissima commedia irlandese con Michael Fassbender" ma non lasciatevi trarre in inganno, io la maggior parte delle scene le ho trovate raccapriccianti e tremendamente tristi!
Nel complesso, si limita ad elencare i moltissimi problemi mentali di questi personaggi, in alcuni casi anche a spingerli in situazioni tragiche.
Mi ha incuriosita moltissimo il trailer e mi ripetevo che magari poteva essere un bel film alternativo dalle lunghe scene e dalla trama intrigante. Bè, le lunghe scene ci sono di sicuro ma per quanto riguarda la trama no, per niente.

Ho trovato molto bravi Michael e Maggie Gyllenhaal (che mi piace a priori) nei loro personaggi molto, ma molto, ma MOLTISSIMO fuori di testa… nulla di più.
Mi ha delusa moltissimo a livello di contenuti, e non ho apprezzato molto nemmeno la regia di Lenny Abrahamson, probabilmente perché non mi ha convinto la trama.

Si, credo sia la mia prima recensione negativa sul blog.
Se lo consiglio? Bah, a mio parere non vale la pena spenderci dei soldi ma, se vi capitasse l’occasione, l’interpretazione di Fassbender è molto interessante.




Valutazione:

Commenti

  1. Io non sono stata così negativa ma ammetto che mi sarei aspettata qualcosina di più. Una commedia innocua e carina, l'ideale per una serata in tranquillità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte l'aspettativa, io credevo davvero facesse più ridere, mentre invece la maggior parte delle volte è molto drammatico!
      Però, ripeto, forse sono io che non l'ho capito xD

      Elimina

Posta un commento