Sherlock


Sono pigrissima, lo ammetto. Perciò, prima di lasciarmi convincere ad iniziare una serie tv nuova, il mio ragazzo ci mette moltissimo tempo. Ma quando ce la fa, non perde nemmeno un'occasione per rispondermi "Visto? Te l'avevo detto che è una figata!".

Una storia e dei personaggi che conosciamo tutti benissimo, studiati sui libri di letteratura inglese al liceo o per conto nostro leggendo i romanzi, comunque sia è una storia che non ci sfugge.
Questo in particolare, è un liberissimo adattamento dei romanzi di Conan Doyle con la grande differenza che non sono ambientate negli ultimi anni dell'Ottocento ma nella Londra dei giorni nostri, in tutta la sua bellezza.
Quando il Dottore ed ex soldato John Watson era alla ricerca di un coinquilino con il quale dividere l'appartamento in centro a Londra, gli viene presentato Sherlock Holmes, tutt'altro che una persona ordinaria, con la quale inizia la convivenza e la lotta contro il crimine.


Io AMO Londra, mi è bastato visitarla due volte per innamorarmene completamente e ci tornerò il prima possibile. Perciò, vedere una serie tv girata in quella splendida città (ai giorni nostri) con due attori davvero degni di nota, è stato un balsamo per gli occhi.
Attualmente (purtroppo) esistono solamente 3 stagioni, iniziate nel 2010, composte ognuna da solamente 3 episodi l'una della durata di ben un'ora e mezzo ad episodio. Praticamente dei mini film, dal momento in cui c'è un filo conduttore, che è il rapporto ascendente tra i due protagonisti, ma quasi ogni episodio racconta una storia a sé. Come ogni serie che si rispetti, questa ha il potere di farti innamorare dei personaggi, soprattutto di Sherlock (quant'è bello?!) e le stagioni che si fanno più avvincenti man mano che si va avanti. Si, perché la prima stagione, in confronto alla terza, è più moscina, mentre da metà della seconda in poi hanno alzato davvero il ritmo e aumentato il numero di colpi di scena. Se avete la possibilità, guardatelo in lingua originale perché la pronuncia e la voce di Benedict, londinese doc, sono qualcosa di indescrivibile, tra l'altro, mi spiace un po' doverlo ammettere, ma nei panni di Sherlock Holmes credo che Benedict sia molto più appropriato di Robert Downey Jr. Entrambi amano fare le parti di personaggi psicologicamente incasinati, ma l'interpretazione di Benedict entra proprio nel cuore. 
Per quanto riguarda il doppiaggio, invece, ho qualcosa da ridire. Per John Watson c'è la voce del doppiatore di Bradley Cooper, il che va abbastanza bene, ma la voce di Sherlock è stata un po' alterata; la sua voce naturale è molto più bassa ed il doppiaggio italiano, interpretato da Francesco Pezzulli e Giorgio Borghetti, è poco attinente e porta via una parte di interpretazione. I registi, cosa che io non approvo troppo, si sono dati il cambio spesso e volentieri e infatti ci sono varie firme. Questo cambiamento di approccio non sempre fa bene ad una serie tv, quasi come se non la si prendesse sul serio, eppure anche sulla regia non c'è niente da dire; il tutto si è rivelato fresco ed incredibilmente dinamico. Le due caratteristiche che, a parer mio, hanno dato quel tocco in più a questa serie sono stati la scelta accurata degli interpreti, Benedict e Martin a parte, i villain di turno sono incredibilmente azzeccati. Moriarty è perfetto, e per affezionarmi ad un cattivo vuol dire che è davvero azzeccato. Il secondo punto è lo svolgimento accurato del rapporto tra Watson e Sherlock, un contrasto tra amore e odio che sfocia, verso la fine, in un mare d'amore. Quanta tenerezza.

Per concludere, un lavoro davvero riuscito. La consiglio a tutti gli appassionati del genere e degli interpreti, non ve ne pentirete.
Purtroppo, prima di rivederli, passeranno ancora mesi. Le riprese della quarta stagione sono iniziare il mese scorso e gira voce che dovremo aspettare fino al prossimo dicembre. 

Valutazione:

Commenti

  1. Io adoro questa serie! *O*
    Ne sono completamente innamorata e sono in crisi di astinenza da quando è finita la terza stagione. ç_ç
    Concordo, il cast è azzeccatissimo e, oltre ad amare Benedict e Martin, mi piace un sacco anche l'attrice che fa Mary. :3
    Io ho visto la prima stagione in italiano, perché troppo pigra per cercare le puntate in inglese. Poi però mi sono imputata e le ho trovate in lingua e... decisamente tutta un'altra cosa. Non mi dispiace il doppiaggio, ma le voci originali lo fanno impallidire. u.u
    Non sono tanto d'accordo sulla questione Benedict-Robert Downey Jr. O meglio, sono in parte d'accordo, in quanto anche io preferisco l'interpretazione di Benedict. Però c'è da considerare che sono due letture molto diverse, anche proprio a livello di film, sono due Sherlock diversi. Per dire, non ci vedrei per niente Benedict a fare lo Sherlock del film e allo stesso modo Robert a fare lo Sherlock della BBC.
    Detto questo, la mia preferenza va comunque alla serie inglese. :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti anche io non so come farò ad aspettare fino a dicembre (almeno)!
      In inglese è tutta un'altra storia. Per la questione degli attori, non lo so, non riesco a dire di non riuscirli ad immaginare, perchè credo che sia solo dovuto al fatto che siamo abituati a vederli in questo modo. Fa moltissimo anche il fatto che questa serie tv sia fatta un po' meglio rispetto ai due film di Sherlock Holmes. Nel complesso, proprio perchè forse è più vicino ai nostri standard di oggi, preferisco Sherlock-Benedict.

      Elimina
  2. Lo sto recuperando, davvero niente male! :)

    RispondiElimina

Posta un commento