Il buongiorno del mattino


E' un periodo stranamente pieno di commedie. Ma non per scelta mia, sia chiaro. Più che altro deriva tutto dal fatto che se stai preparando una sessione esami da due mesi, studiando ogni giorno non-stop, arrivato quasi alla fine per di più stanco morto, la sera non hai troppa voglia di vedere film impegnativi. Un po' per questo motivo, un po' perché magari la televisione è già occupata da terzi, ne approfitti per rilassarti un po'. Ahimè, di tutto questo ne sta risentendo al mia lista dei film, sempre più lunga con sempre meno tempo a disposizione.

Becky Fuller è una giovane lavoratrice piena di grinta il cui sogno è quello di andare a lavorare per la trasmissione "Today Show", ma, dopo un improvviso licenziamento, trova lavoro solamente al "Daybreak", un programma del mattino con un pubblico davvero ristretto e le cui sorti non sono delle più rosee. Il suo obbiettivo sarà quello di risollevare il livello di questo programma chiamando in causa un giornalista professionista che le renderà la vita molto dura.


Era troppo bello. Dopo aver parlato di Ruby Sparks, una commedia così sottovalutata e raggiante, le possibilità che ne arrivasse una al suo pari erano meno di zero. E infatti non mi sbagliavo, se si parla di Il buongiorno del mattino di sicuro non si sta parlando di avanguardia. Ma non facciamo sempre i perfidi, iniziamo dai lati positivi, o almeno, l'unico: Rachel McAdams. E' lei, la protagonista, a portare luce in questa selva di cagate e luoghi comuni. Bravissima come sempre, è riuscita ad interpretare un personaggio che ha dato sui nervi persino a me. Becky infatti è una ragazza che ha messo il lavoro al primo piano della sua vita, è iperattiva, testarda e quando inizia a parlare non la fermi più. Se non ci fosse stata lei con il suo personaggio, questo film sarebbe stato un'intera catastrofe. 
Poi, ovviamente, hanno voluto provare ad aggiungere un pizzico di pepe inserendoci nomi come Harrison Ford e Diane Keaton, ma secondo me non hanno funzionato, se ci avessero messo altri due attori il risultato sarebbe stato il medesimo. Ford sembra non metterci più anima in quello che fa, come se fosse certo che la sua carriera possa parlare da sola (il che è così ma non ti da il permesso di recitare alla cavolo), Keaton invece non l'ho mai apprezzata più di tanto, quindi per me che ci fosse lei in quel ruolo non mi ha cambiato la visione totale del film. 
Tutto il resto è noia. Sempre la solita storia: la ragazza sottovalutata e inesperta che riesce inaspettatamente (fate tutto ooooh!) a risanare la situazione ormai disperata, e poi bla bla storia d'amore, bla bla i soliti litigi. Il risultato è un polpettone noioso reso accettabile dalla presenza celestiale di Rachelina, alla quale ormai mi sono affezionata.
Se ve lo consiglio per una serata tranquilla? No, perdereste tempo prezioso inutilmente.

Valutazione:


Commenti

  1. A te invece assegno 4 r2d2 solo per il coraggio di aver guardato una roba simile :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha grazie xD Ma sai, ad essere sinceri quella sera ha scelto la mamma...

      Elimina

Posta un commento