Ruby Sparks


Da quando ho aperto il blog ho molto spesso citato questo film e non ho mai perso l'occasione di lodarlo. E' finalmente arrivato il momento di dedicargli una recensione. Spero solamente di riuscire a scriverla il più oggettiva possibile...se...

Calvin è un giovane scrittore che in passato ha riscosso un enorme successo dal suo primo libro, il quale ha fatto impazzire il mondo. Adesso, però, si trova in un momento di blocco creativo il quale lo costringe rivolgersi ad uno psicologo. Una notte, a Calvin appare in sogno la figura di una ragazza con la quale scambia poche parole, ma non appena si sveglia è talmente ispirato dal personaggio che ha sognato da non riuscire a fermarsi nello scrivere e descriverla. Non molto tempo dopo Calvin scoprirà che la ragazza che ha sognato non rimarrà solamente frutto della sua immaginazione.


Non ci potevo credere. IO, una ragazza che ha (quasi) sempre sbeffeggiato i film romantici, che adora i film incasinati, la fantascienza, il thriller, la suspance, ci sono cascata come una pera. 
Mentre lo guardavo per la prima volta, in quanto il numero totale al momento mi sfugge, ho provato sensazioni contrastanti; la prima mezz'ora mi stavo chiedendo che razza di film avessi mai trovato, a metà visione iniziavo ad accorgermi di quanto fosse particolare, e alla fine ero totalmente persuasa dalla sua quantità di poesia, e sono rimasta senza parole. Ma non nel senso di "senza parole" dalla bellezza, "senza parole" e basta. Ad essere sincera, l'ho voluto vedere una seconda volta, perché la prima non avevo ben capito con cosa avessi a che fare, perciò ero frastornata. E' così che ti senti dopo la prima volta che hai visto un film con la Kazan, per di più se sceneggiato da lei. 
Per quanto il tutto possa essere (sicuramente) banale, scontato, e pieno di imperfezioni, io trovo nello stile di Zoe un qualcosa di innovativo e sognatore. Ogni volta che vedo un film con lei mi sembra di entrare in una bolla e, da lì, nel suo mondo, un mondo fatto di speranza, capricci, amore e niente di complicato o serio, come invece è la vita reale. 
Questo film è stato quello che mi iniziò, penso l'anno scorso, alla pazzia senza frontiere di Zoe e alla dolcezza mista a bravura di Paul, coppia che tutt'ora amo alla follia.


Bla bla bla...Avete capito, non ci riuscirò mai a scrivere qualcosa su di loro senza farmi abbindolare dal loro sporco trucco da abbindolatori. Ma poco mi importa direi, bisognerà pur adorare qualcosa a priori anche nel mondo del cinema...oltre a Tarantino, Anderson, Burton ed una lista di attori che non sto qui a dirvi.
Comunque sia, Ruby Sparks non è stata la storia dell'anno 2012, nessuno se l'è filato e quei pochi hanno espresso giudizi contrastanti. Io penso che quando un film, per giunta pure comico/romantico, riesce a stupirti, allora ha già vinto; non ha niente di perfetto, ma nella sua imperfezione riesce ad essere magico, dalla musica, ai discorsi che spesso non hanno alcun filo logico, fino ad arrivare ai colori ipnotizzanti. Niente è perfetto ma tutto lo è, insomma. Questo alone di poesia misto alla pazzia di un film che secondo me è speciale proprio grazie a tutte queste imperfezioni. 
Si sta comunque parlando di due registi che alle loro spalle hanno solamente un altro film (Little Miss Sunshine), oltre ad un modesto numero di video musicali.
A me ha fatto sognare, e da quel momento è stato amore puro. 
La mia valutazione non può che seguire il mio cuore, ma d'altronde, è uno dei pochi film romantici che non mi hanno fatta addormentare.

Valutazione: 


Commenti

  1. film bellissimo anche per me è stato amore a prima vista...e ancora continua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh qualcuno che capisce *.*

      Elimina
  2. Film bellissimo, che conferma il talento dei registi di Little Miss Sunshine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello non l'ho visto ma devono indiscutibilmente essere dei grandi!

      Elimina
  3. Stupisciti... è un film che adoro pure io. E ogni tanto mi guardo dei film d'amore (per dire, fra i miei film preferiti ci sono "2046" e "Se mi lasci ti cancello"). Questo film poi non lo trovo per nulla banale, anzi, sa raccontare la propria storia con una sagacia e una sensibilità spiazzanti.
    E io amo alla follia Zoe <3 ha spodestato dal podio pure la Johansson u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so bene xD Parlando della banalità, mi riferivo al fatto che anche io lo trovo molto particolare, solo che la storia di lei che si materializza e "vivono felici e (più o meno) contenti" non è delle più originali, ma la sua particolarità è proprio il modo in cui viene raccontato, quindi chissene xD
      Mah guarda, per quanto la Johansson possa essere "figa", io trovo molto più affascinante Zoe.

      Elimina
  4. Commedia magnifica, idea originalissima e Zoe Kazan magnifica!

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. :-O C'è Paul Dano? L'unico attore capace di far traballare la mia eterosessualità. Lo guarderò il prima possibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha guarda, Dano mi piace da tutti i punti di vista, è addirittura affascinante, ma non riesco proprio a vederlo sotto QUEL punto di vista xD comunque lo amerai.

      Elimina

Posta un commento