American Horror Story: Coven


L'adolescente Zoe Benson scopre di essere una strega. I suoi genitori quindi la mandano all'istituto di Miss Robichaux per ragazze speciali di New Orleans. Qui Zoe fa la conoscenza di Queenie, Nan e Madison, tre giovani streghe come lei, e Cordelia Foxx, strega al comando dell'istituto, figlia della Suprema Fiona Goode. 

Non è semplice oggi parlare in una serie tv di streghe; la strega è sempre stata una figura un po' presa alla leggera, spesso utilizzata per creare pessime serie tv per giovani ragazzi e rese innocue.
Qui AHS si ripropone di dare nuova vita a questa immagine, ma non è semplice se come personaggi di rilievo vengono associate delle ragazzine che bisticciano tra loro per problemi amorosi.
Come in tutte le stagioni, anche in questa c'è un aspetto del tutto fuori luogo, questa pessima e triste rivisitazione di Frankenstein che vede Evan Peters la creatura incapace di parlare è talmente volgare da far ridere.
A fare di questa stagione una trappola per teenagers è proprio il personaggio di Madison, insieme a quello di Zoe, con la sua altezzosità e i suoi capricci da reginetta del ballo.


Ho davvero apprezzato il fatto che nella trama si trattasse di una strega Voodoo e di un'assassina realmente esistite in passato, i cui profili psicologici, soprattutto quello di Madame Delphine LaLaurie, erano davvero ben studiati e approfonditi.
Ancora una volta ho apprezzato le performance di Jessica Lange, di Evan Peters (per quel poco in cui è comparso), Sarah Paulson che ha davvero dato il meglio di sè e di nuovo Denis O'Hare, nei panni del maggiordomo davvero irriconoscibile e che ha davvero dimostrato di essere molto versatile.

Ma, tirando le somme, che gli vuoi dire ad American Horror Story
Tra le prime tre stagioni che ho visto fino ad ora questa è di sicuro la peggiore, troppo bambinesca e spensierata, ma continua ad intrattenere e ad incuriosire. 
Un grande pregio di AHS è che, anche se la trama non è delle migliori, non stanca, tiene sempre le redini ben tese e la curiosità viva.

Commenti

  1. Anche se non c'è una trama, è interessante ed intrattiene...ma è forse la peggiore dopo freak show..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo non dirmi cosí! O.O la devo ancora iniziare!
      Questa per quanto riguarda i contenuti mi ha proprio deluso, peró rimane ben impacchettata, non c'è nulla da dire.

      Elimina
  2. Per me, invece, Freak Show malissimo non è. Questa abbastanza. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo ^^ ho voglia di vedere qualcosa di divertente.

      Elimina
  3. Non la mia stagione preferita, ma ogni tanto ripenso ancora a quel 'Balenciaga' di grande epicità e questo mi rende una personcina felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non ho mai capito cosa dicesse? xD grazie, mi hai fatto iniziare bene la giornata!

      Elimina
  4. Unica stagione di Ahs che non ho terminato tanto l'ho trovata noiosa. Mi prometto di terminare la visione, ma quando penso a quanto è stupido il personaggio di Peters mi passa la voglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia! Demenziale, potevano anche evitare di inserirlo anche se mi sarebbe dispiaciuto molto perchè è sempre una bella visione.
      La quarta fortunatamente mi sta soddisfacendo molto di più.

      Elimina

Posta un commento