Il film della domenica: Hotel Transylvania 2


Mavis e Jonathan si sposano nell'hotel gestito dal Conte Drac. Quando i due hanno un figlio, Dennis, sono tutti curiosi di sapere se sarà umano o vampiro e, mentre per i genitori non fa alcuna differenza, al nonno Drac la questione preme molto.
Drac quindi si sente in dovere di tentarle tutte e mette in scena un piano che ha come obiettivo far uscire dal nipotino il mostro che c'è in lui, a qualsiasi costo.

Inaspettatamente nel 2012 aveva fatto un mucchio di incassi il primo capitolo, che io, proprio per non smentirmi mai, ho lasciato maturare giusto due anni prima di correre ai ripari e scoprirne l'esistenza. Non l'avessi mai fatto, il primo è un film che non esagero quando dico di averlo visto circa quattro volte. Perchè normalmente i film d'animazione che non siano i cari e vecchi classici, mi annoiano, ad esempio Big Hero 6 mi era piaciuto ma non ho mai ritrovato quella piacevolezza nel riguardarlo che invece provavo e provo con i grandi classici d'animazione. 
Nel caso di Hotel Transylvania, invece, ho trovato addirittura divertente proprio riguardarlo perchè ogni volta scoprivo particolari che mi erano sfuggiti la volta precedente.


Pur non essendo una persona che adora la vita notturna, ho sempre avuto un attaccamento verso le creature mitologiche notturne, come appunto i vampiri, ma non mi riferisco al classico esempio di Twilight (che non nego aver visto), quanto piuttosto al fascino che creature come vampiri o draghi hanno sempre avuto nella mitologia.
Ciò che probabilmente oggi mancava nel cinema, e in questo caso nell'animazione, era una tipologia di animazione vagamente macabra; ormai è tutto rosa e fiori, no? Principesse dai lunghi e perfetti capelli ovunque, dalle storie indimenticabili e dagli scenari mozzafiato. Qui per una volta si fa dell'ironia su un tipo di famiglia alquanto strano, unione tra due specie diverse riappacificate dopo secoli di odio reciproco, che è anche un po' la tematica più calda di questo nostro periodo. Una comicità più adulta, che poco si presta allo standard di animazione che i bambini si aspettano andando al cinema ma che mette d'accordo un po' tutte le età. Non per niente sentivo più risate provenienti da genitori piuttosto che dai loro figli.
Mentre nel primo film si dava un po' un'anteprima delle caratteristiche di questa coppia che ha cambiato le sorti del rapporto tra umani e mostri, nel secondo a fare da padrona c'è un'immensa parodia del nostro attuale mondo; Drac, il vampiro diventato nonno, viene a contatto con il suo primo smartphone e con la sua fatica nell'impararne l'utilizzo viene a galla anche l'ossessione e la dipendenza che questa tecnologia ha portato. Mavis, diventata una madre molto apprensiva, non riesce a passare una sola notte senza chiamare tre volte per sentire come sta il figlio. 
Ecco, di tutto ciò Hotel Transylvania 2 ci ride su, creando il personaggio del nonno Vlad solo per dimostrare ancora una volta quanto le barriere dei pregiudizi vadano abbattute, in chiave un pochino macabra, ovviamente.
Non si possono poi non adorare i riferimenti sia a Batman che al Dracula di Bram Stoker e tutti i punti ripresi dal primo film. In generale caruccio, molto lontano dal primo per la mancanza di novità, la trama è piuttosto scarna, ma d'altronde è già stata una sorpresa che il primo fosse nel, suo piccolo, geniale.

Commenti

  1. Il primo è piaciuto molto anche a me! *___*
    Però non commetterò l'errore due volte: stavolta aspetterò il bluray, così potrò risparmiarmi il doppiaggio di Bisio (che non posso vedere né sentire :P) e godermi il doppiaggio originale! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuuu a me Bisio piace un sacco in questo doppiaggio! Penso che faccia il 90% del personaggio di Drac! Ma comunque sia si, quello era davvero carino ^^

      Elimina
  2. L'ho trovato molto piacevole, come il precedente capitolo.
    E' stato come ritrovare vecchi amici che non vedi da anni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si concordo! Solo che penso che non abbiano sfruttato l'occasione appieno, sembra un po' vuoto in alcuni punti.

      Elimina
  3. Piaciuto molto il primo, ma questo l'ho trovato abbastanza trascurabile... E un po' me lo aspettavo anche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esatto, era anche prevedibile!

      Elimina
  4. Io invece sto lasciando che il primo maturi ancora un po'. In realtà il problema è sempre la mancanza di tempo. Vedrò di recuperarli in coppia.

    RispondiElimina
  5. lo devo vedere, assolutamente ancora...ok arrossisco lo so hehehe ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è mai tardi ^^ Il primo è imperdibile.

      Elimina

Posta un commento