Il mio Lucca Comics & Games 2015


Erano anni che sognavo di poter andare anche io a questo famosissimo Lucca Comics ma organizzare non è mai semplice, soprattutto cadendo sempre in periodo esami.
Quest'anno anche io ce l'ho fatta e sono riuscita a trascorrere sia sabato che domenica in questa dimensione completamente diversa e che profuma di casa.

Cosa sia il Lucca Comics un po' lo sanno tutti; una splendida città contornata da mura che per 4 giorni all'anno cambia completamente volto e si riempie di quei pazzi scatenati che vagano travestiti per le strade oppure in cerca di fumetti. Ma quello che per ognuno di noi Lucca rappresenta è ben diverso da quello che persone estranee a quel mondo possono pensare.
La sensazione è quella che provo ogni anno al Torino Comics (decisamente più comodo per le mie tasche) ma amplificata di almeno 10 volte.
Lucca dona gran parte dell'atmosfera perché anziché trovarsi in un basso fabbricato qui si tratta di un intero paese, originariamente colonia latina, che dona strade, piazze, cinema e mura al divertimento di noi scalmanati.
Per me, partecipare ogni anno ad un evento di questo genere, significa principalmente non dimenticarmi mai del lato bambinesco che c'è in me, fomentato dalle decine di giochi per la Play Station 1 che mi inizializzarono al mondo nerd. Da lì fino ai primi manga, poi diventati anime, continuando con console come DS e Wii per sfociare in una recentissima PS4.
Oggi la maggior parte del mio tempo libero lo dedico al cinema, senza dubbio, ma appena gli impegni calano e la vita universitaria si fa meno soffocante mi piace dedicarmi ancora ai videogiochi.


Entrando nelle mura, ma già molto prima, al parcheggio dove lasci la macchina, vedi orde di persone di ogni età travestirsi nei modi più disparati, con abiti sfarzosi, in personaggi di film, cartoni o giochi che ti fanno ripercorrere anni di ricordi meravigliosi. E' proprio in quel momento che ti senti a casa, ti guardi intorno e capisci di non essere l'unico al mondo ad avere quel tipo di passione, che in fondo non è poi così fuori dal comune.

In questi due giorni sono riuscita a vedere tutto ciò che c'era da vedere anche abbastanza comodamente, la questione del numero massimo di biglietti per giornata ha aiutato far si che non si creasse lo stesso disagio dell'anno scorso.
Ho quindi visto i vari padiglioni di Warner Bros, Sky, Star Wars, il Japan Town e ovviamente fatto un po' di shopping :D


Sono poi riuscita, insieme alla mia dolce metà, ad essere presente a tre eventi tenuti al Cinema Astra, davvero molto ben organizzati e pieni di ottimi contenuti.
Il primo è stato un mini incontro dei fans di Star Wars; sono stati proiettati tutti e tre i trailer del nuovo film in uscita a dicembre, contenuti speciali di backstage davvero entusiasmanti e infine un saluto dal regista J.J. Abrams a Lucca.
Di seguito un incontro della Warner Bros durante il quale hanno presentato tutte le novità dell'anno con una bella carrellata di trailer per tutti i palati e per ultimo, che poi ha concluso la mia giornata di sabato, un incontro con Paul Azaceta, il fumettista cocreatore di Outcast, serie tv su Fox dal 2016, diretta dal regista di The Walking Dead Robert Kirkman. 


Paul ha parlato un po' di sè, di come nascono le idee relative ad Outcast e della scrupolosa scelta degli attori che ne faranno parte. Oltre ad un trailer davvero promettente ci è stata mostrata un'intera scena che la dice molto lunga sulla direzione che andrà a prendere questa novità; da quel che ho capito, sarà molto più impegnata di TWD e molto più accattivante.
Ultimo, ma non meno importante, pochi eletti hanno avuto la possibilità di vedere in anteprima mondiale il IV episodio della sesta stagione di TWD a 24 ore dalla messa in onda americana.
Non posso nè voglio spoilerare, quindi mi permetto solo di dire che mi è piaciuto molto e che (visto anche in lingua originale) comunica al pubblico una enorme crescita di livello dalla prima stagione. Siamo ad un livello superiore, sotto più punti di vista, potrebbe davvero essere il punto di svolta della serie dopo un pericolosissimo calo della stagione precedente.

Posso proprio ritenermi soddisfatta di questo viaggetto, chissà che un domani non sarà di nuovo in grado di immergermi in questo folle e splendido mondo.






Commenti

  1. Ciao. Mi fa piacere che ti sei divertita. A occhio, mi sembri una persona intelligente e sensibile.
    Prova un po' a pensare a cosa mi troverò davanti io quando passerò dalle mura martedì pomeriggio... dopo che avranno smontato la Zombie Walk, gli stand di Guerre stellari e tutto il resto.
    Vedi, è anche giusto capire cosa c'è dietro tutto questo: una mostruosa avidità, che non è mai soddisfatta, che si supera sempre e non si ferma mai. Noi bottegai lucchesi (vabbé non io... loro) siamo forse la gente più avida e gretta di tutta la Penisola, mai contenti, mai sazi.
    Abbiamo un monumento unico al mondo, e ci do credito che abbiamo scelto un modo... unico al mondo per distruggerlo.
    Naturalmente quando vado a dire queste cose la gente mi dà dello sfigato, anche alcuni miei amici cosplayers. Naturalmente non è colpa dei cosplayers,io non ho nulla contro di loro, mi piacciono quando li vedo passare in strada. Ma per me il Salone del fumetto a Lucca è morto alla fine degli anni 90, ora c'è un'altra cosa.
    Scusami per questo sfogo, ti lascio con una notizia che ti farà piacere: il prossimo anno durerà un giorno in più, e ci saranno ancora più stand... Mai contenti, mai sazi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione anche tu, senza dubbio. Purtroppo queste manifestazioni creano sempre dei problemi a monumenti di vario genere e patrimoni. C'è da dire che, se il comune di Lucca organizza questa manifestazione da 50 anni, sebbene sia cambiata nel tempo (io questo non lo so), è di sicuro perchè c'è una grande entrata per il paese. I negozi lavorano, e non ho dubbi su questo perchè la maggior parte aveva la coda fuori.
      Ci sono sempre pro e contro di queste manifestazioni, e senza dubbio anche tu hai le tue buone ragioni ^^

      Elimina
  2. Purtroppo anche quest'anno ho dovuto saltare...
    Sarà per una prossima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la prossima volta dovessimo esserci entrambi combiniamo di conoscerci dal vivo ^^

      Elimina
  3. Che bel resoconto :D mi fa piacere che ti sia divertita!
    E che tristezza non poter essere andato quest'anno :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Jean ^^
      Sono sicura che il prossimo anno ti rifarai!

      Elimina
  4. Troppo bello...non ci sono mai andato ma mi piacerebbe tanto, chissà un giorno..
    Comunque son contento per te, una esperienza fantastica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda anche io ci ho messo anni, ma prima o poi tranquillo che anche tu riuscirai ad andarci ^^
      Si confermo, proprio un'esperienza unica. Per noi cinefili gli eventi nei cinema sono il meglio.

      Elimina
  5. Non sono mai stato al Lucca comics, ma vorrei andarci solo per litigare con tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD io litigo tutto l'anno con tutti, se vado lì è proprio per starmene tra i miei simili!

      Elimina

Posta un commento