New York Taxi


Belle Williams è un'autista di taxi nella grande New York con uno stile di guida molto alla Green Hornet (solo meno raffinata) che sogna di essere campionessa di corse automobilistiche.
Si incontra per caso con Andy Washburn, poliziotto fallito che al momento stava inseguendo una macchina di rapinatrici modelle. Belle mostra ad Andy cos'è in grado di fare alla guida ed iniziano ad indagare insieme su questa banda di bellissime ladre.


Si torna così al 2004, con una classicissima commediola americana nonché il remake al femminile della serie francese Taxxi di Luc Besson, il quale anche sta volta torna nelle vesti di produttore.
L'ispirazione va a momenti, e in quel periodo gli americani non dovevano averne troppissima, in quanto la modifica apportata è stata quella di cambiare sesso sia al super autista del taxi che ai rapinatori, che in questa pellicola sono tutte donne. Le americane avranno esultato per questa scelta, dato che ancora oggi spingono ad elevare la figura della donna nella vita sociale, dall'altra però non è stata una grandissima scelta di stile, è più un modo come un altro di riproporre un banale remake.
In questa per niente innovativa pellicola si trovano comunque un po' d'azione, il classico rapporto che si viene a creare nella strana coppia che inizia a lavorare insieme e qualche scena comica per davvero.
Nel cast ho trovato con mio sommo stupore Jimmy Fallon, uno dei principali presentatori americani dei classici programmi su interviste dei big, che sembra incredibilmente giovane in questo film e si parla infatti di una decina di anni fa. Al suo fianco anche Queen Latifah, ormai abituata alle commedie e azzeccata per questo ruolo della "tosta americana", e nel ruolo della bellissima ladra la modella Gisele Bundchen.
Tirando le somme, una pellicola di cui se ne poteva anche fare a meno, non brutta ma nemmeno di rilievo, come la maggior parte dei remake o delle commedie americane in generale. Ha comunque alcuni momenti divertenti e ha il pregio di scorrere piacevolmente.

Valutazione:


Commenti

  1. Ma Luc Besson continua a riciclare vecchie idee?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto pare...anche se si parla del 2004, ma non è una giustificazione.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Posta un commento